Secondo una ricerca condotta nei confronti di 2000 bambini nella pancia della mamma, è stato possibile dimostrare come la carenza dell’ormone tiroxina incida sulle capacità matematiche dei piccoli. A quanto pare sarebbe “colpa” della mamma se i fanciulli prendono brutti voti in matematica, anche se involontaria visto che si tratta di ormoni.

Di conseguenza, gli ormoni materni hanno un ruolo molto importante dal punto di vista delle abilità matematiche del bambino una volta cresciuto. Lo studio condotto da alcuni scienziati olandesi ha dimostrato come i livelli bassi di tiroxina durante la gravidanza incidano sullo sviluppo cognitivo del feto. Il team di Martijn Finken del VU University Medical Center ha analizzato 1196 bambini sani dalla nascita fino ai cinque anni di vita.

A 12 settimane di gravidanza si sono registrati i livelli di tiroxina e solo successivamente hanno controllato i risultati dei test di lingua e matematica. Il risultato? I piccoli con dosi basse di ormone durante la gravidanza erano sotto la media rispetto agli altri. Finken ha dichiarato: “Resta da vedere se questi problemi persistono nell’età adulta. È possibile che questi bambini beneficino di integratori ormonali per aiutare il loro sviluppo mentale in utero. Un simile trattamento però è stato tentato in passato, ma non aveva migliorato le abilità cognitive”.