Durante i mesi che precedono il parto, molte donne, grazie al congedo di maternità, hanno la possibilità di andare al mare per godersi gli ultimi momenti di relax, prima di diventare mamme.

Prendere il sole in gravidanza

Sì alla tintarella in gravidanza

Esporsi al sole, nell’ultimo periodo della gravidanza, può avere degli effetti molto benefici per mamma e bambino. La mamma, esponendosi ai raggi solari, avrà dei vantaggi sul proprio umore che, a volte, nell’ultimo trimestre, a causa degli ormoni e della stanchezza può essere un po’ basso. Il bambino riceverà un extra di vitamina D grazie all’esposizione al sole del pancione di mamma.

Le precauzioni da usare per prendere il sole in gravidanza

Premesso che il sole in gravidanza ha degli effetti benefici, va specificato che, ancor più di quanto valga per tutte le altre persone, una donna in gravidanza deve esporsi ai raggi solari con le dovute cautele. Ecco le regole più importanti da tenere a mente prima di chiudere l’ombrellone ed esporsi al sole:

  • evitare le ore troppo calde, preferendo la mattina sul presto o il tardo pomeriggio;
  • idratarsi molto spesso e consumare zuccheri per evitare che l’ipotensione, così comune in gravidanza, si aggravi con l’eccessivo calore;
  • scegliere una crema a protezione più alta da spalmare sul pancione. La pelle del ventre, in una donna gravida è molto tesa e assottigliata, cosa che la rende molto delicata. Inoltre, spesso, la pelle del pancione è soggetta a macchie che vanno protette da un’eccessiva esposizione solare.

Flora Giuntini