Domani si celebra in tutta Italia la Giornata nazionale per la salute della mano, iniziativa giunta ormai alla sua quarta edizione. Sono 32 i centri che hanno deciso di aderire a questa iniziativa che mira a sensibilizzare i cittadini per un corretto approccio diagnostico-terapeutico verso le patologie legate alle nostre mani.

‹‹Per ogni Centro, uno o più specialisti saranno a disposizione dei cittadini per un consulto gratuito – spiega il  presidente della Sicm, Roberto Adani-. Si tratta di un momento estremamente importante che offre l’opportunità ai chirurghi della mano di farsi conoscere in maniera capillare, a supporto anche di chi, per età o problemi motori, riscontra difficoltà ad accedere ai tradizionali iter ambulatoriali››.

Quali sono le patologie più comuni delle mani?

Artrosi, malattie dei tendini, tunnel carpale e dito a scatto, le malattie reumatiche e malformazioni congenite. Sono queste le patologie più comuni. Inoltre, tra le malattie della mano si contano anche lesioni nervose dovute a traumi di vario genere, da una semplice caduta a uno sforzo eccessivo. 

L’importanza della chirurgia nelle malattie della mano

Molto volte è necessario sottoporsi a un intervento chirurgico. Ma – al contrario di ciò che si pensa – non è solo la mano a essere interessata ma tutto il braccio.

‹‹Un’altra condizione, dove il ruolo del chirurgo della mano è prioritario, è la malattia di Dupuytren –  il Direttore dell’UO di Chirurgia della Mano dell’ospedale San Giuseppe, Gruppo MultiMedica di Milano – una patologia di natura fibro-proliferativa, potenzialmente invalidante, che colpisce soprattutto gli uomini dai 40 ai 60 anni, provocando la flessione progressiva di una o più dita, cui segue l’inevitabile limitazione della completa estensione della mano››.

Brunello Colli