Aglio: proprietà davvero fantastiche per questo ortaggio dalle mille virtù. Alcuni non sopportano il suo sapore particolarmente forte, eppure l’aglio non dovrebbe mai mancare nella nostra alimentazione. Lo ritroviamo d’altronde in molte preparazioni nel corso dei secoli.

Ma da dove deriva questo ortaggio così importante anche per i benefici che riesce a dare in termini di salute? Si presume che l’aglio sia originario dell’Asia centrale ed ha avuto una diffusione molto antica, tanto che avrebbe preceduto anche la civiltà egizia. Furono proprio gli antichi Egizi che riconobbero il suo valore alimentare, considerandolo come una vera e propria medicina.

I Romani poi introdussero l’aglio in Europa, in seguito alle loro campagne militari. Veniva dato ai soldati per prevenire le infezioni. Ma scopriamo quali sono dell’aglio le proprietà più importanti.

Aglio: benefici da considerare

Quali sono le proprietà dell’aglio? Concentrandoci su questo argomento, possiamo dire che esse sono davvero molte. Infatti l’aglio innanzitutto si configura come un vero e proprio antibatterico e antibiotico naturale. Queste proprietà dell’aglio sono dovute all’abbondante contenuto di vitamina C e di zolfo. Grazie al consumo di questo ortaggio si possono combattere i parassiti intestinali e inoltre è capace di svolgere anche un’attività antifungina.

Alcuni composti dell’aglio, come per esempio l’allicina, si sono rivelati molto importanti nella prevenzione delle infiammazioni. Ecco perché potrebbe dare degli ottimi risultati se utilizzato per tutte quelle infiammazioni intestinali che spesso provocano molti fastidi.

I benefici dell’aglio sono tanti. Infatti questo ortaggio è capace di abbassare la pressione sanguigna e prevenire, di conseguenza, l’insorgenza di malattie cardiovascolari. L’aglio è capace anche di rafforzare il sistema immunitario, grazie alle sue proprietà antibatteriche. È questo uno dei benefici dell’aglio crudo. Infatti andrebbe mangiato proprio non cotto, per stimolare di più le difese immunitarie contro i malanni di stagione.

L’aglio si rivela molto importante anche per la sua azione anti-obesità, perché è dimostrato che l’allicina ha un’attività anti-iperglicemica e interviene anche nel processo di produzione dell’insulina.

Questo ortaggio di cui stiamo parlando è in grado di stimolare il sistema osseo, infatti se lo si consuma con regolarità può essere importante per ridurre al minimo la perdita di massa ossea. Allo stesso tempo aumenta il livello di estrogeni. Questo effetto è benefico soprattutto per le donne nel periodo della menopausa, che sono a rischio osteoporosi.

Le proprietà nutrizionali dell’aglio

L’aglio non è un prodotto che apporta molte calorie. Infatti per esempio se consideriamo 100 grammi di aglio, il nostro organismo dal suo consumo ne ricava soltanto 41 calorie.

Al contrario, è capace di garantire un elevato livello di nutrienti. 100 grammi di aglio contengono ferro, calcio, sodio, potassio, zinco, magnesio e molte vitamine, come per esempio le vitamine del gruppo B, la vitamina C e i folati. Contiene anche una certa quantità di vitamina A e una piccola quantità di vitamina E.

Come consumarlo

L’aglio dalle proprietà davvero inequivocabili può essere assunto anche a scopo terapeutico. Naturalmente, prima di consumarlo in quantità maggiori per finalità terapeutiche, consultiamoci sempre con il nostro medico di fiducia.

Possiamo chiedere al medico anche sotto quale forma utilizzarlo, perché si può prendere come infuso, come decotto, sciroppo, estratto, tavolette o macerato. In cucina si utilizza soprattutto la parte del bulbo, ma a scopo terapeutico si possono consumare anche le foglie e i fiori di alcune varietà in particolare.

In fin dei conti, anche se il sapore può essere non particolarmente gradevole, si può rimediare, perché basta togliere quel filettino bianco o verde chiaro che si trova in mezzo allo spicchio, per alleviare il sapore.

Se dopo i pasti persiste un certo sapore non piacevole, si può bere del tè verde oppure si può mangiare la frutta, soprattutto le mele. In ogni caso vanno bene tutti i frutti ricchi di polifenoli. Si può bere anche del latte, che può essere un importante rimedio.

Come scegliere l’aglio nero

Spesso si sente parlare anche di aglio nero e molti erroneamente pensano che si tratti di una varietà. Invece si tratta soltanto di un tipo di aglio bianco che viene sottoposto ad un processo di fermentazione. Attraverso un particolare processo di controllo della temperatura e dell’umidità di conservazione, il bulbo diventa di colore più scuro, “nero” appunto.

Il processo di fermentazione trasforma il sapore dell’aglio in qualcosa di più dolce e di più delicato. Diventa anche più digeribile. Particolare cura va riservata alla scelta dell’aglio, anche di quello nero, facendo in modo che il bulbo sia compatto e duro. In mancanza di tali caratteristiche, vuol dire che l’aglio non è stato ben conservato.

Gli usi alternativi dell’aglio

Le proprietà dell’aglio le possiamo rintracciare anche con gli usi alternativi che si fanno di questo prodotto, il quale spesso viene utilizzato in cosmesi anche per la cura dei capelli e delle unghie. Per esempio viene utilizzato l’aglio contro i brufoli, contro l’acne, contro i punti neri. In questo senso si sfruttano le proprietà dell’allicina, un composto molto importante per togliere le infiammazioni dalla cute.

Si può utilizzare qualche spicchio di aglio da passare direttamente sulla parte infiammata della pelle oppure si può schiacciare, per formare un composto da applicare per qualche minuto. Per tonificare specialmente la pelle del viso, si può fare una maschera a base di aglio schiacciato, a cui si unisce dello yogurt bianco.

Se le unghie sono ingiallite, si può strofinare un pezzo di aglio con regolarità durante la giornata, per fare in modo che le unghie ritrovino il loro colore originario. Le unghie in questo modo si rafforzano e i composti dell’ortaggio agiscono anche nel prevenire eventuali infezioni o azioni dovute ai funghi.

Inoltre non dimentichiamo che può essere un rimedio anti-caduta per i capelli, perché favorisce la circolazione del sangue nel cuoio capelluto. Perché agisca in questo senso si può preparare un decotto e utilizzarlo per massaggiare il cuoio capelluto.

Naturalmente, oltre agli usi alternativi dell’aglio, le sue proprietà sono conosciute soprattutto dall’utilizzo che se ne fa in cucina come condimento per piatti cotti o nella preparazione di piatti crudi, come le insalate. Come abbiamo detto già fin dall’inizio, per beneficiare di tutte le proprietà dell’aglio, questo ortaggio dovrebbe essere inserito con regolarità nella nostra alimentazione equilibrata quotidiana.