Mentre Amazon fa a cazzotti con gli altri colossi per far valere a 360 gradi Alexa, il suo assistente di intelligenza artificiale, adesso propone una nuova idea. Ovvero quella di tenere traccia delle prescrizioni dei consumatori e inoltrare le informazioni sulla salute personale, nel tentativo di inserire la tecnologia nell’assistenza sanitaria quotidiana.

Le affermazioni della società

Amazon, con sede a Seattle, afferma che Alexa può ora trasferire informazioni sensibili e personali sulla salute. Il tutto utilizzando un software che soddisfi i requisiti di tutela della salute secondo la legge federale.

Cinque società, tra cui l’assicuratore Cigna Corp., la società di gestione del diabete Livongo Health Inc. e i principali sistemi ospedalieri, hanno affermato di aver sviluppato nuove funzionalità grazie ad Alexa. Quest’ultima sarà a disposizione per i consumatori che utilizzano il protocollo federale.

Le funzionalità consentono all’assistente di eseguire attività come:

  • La pianificazione degli appuntamenti di assistenza urgente,
  • il monitoraggio dei farmaci spediti,
  • il controllo dei benefici dell’assicurazione sanitaria,
  • la lettura dei risultati dello zucchero nel sangue.

Una novità positiva?

È stato proprio l’Health Insurance Portability and Accountability Act, noto come HIPAA, a richiedere che le aziende sanitarie e i loro appaltatori, come Alexa, prendano provvedimenti. Questi ultimi dovrebbero essere in grado di mantenere riservate le informazioni sui pazienti, in modo tale che si possa assicurare che sia possibile accedervi quando necessario e prevenire manomissioni. Le violazioni HIPAA possono esporre le aziende sanitarie a sanzioni e accuse penali.

Con le nuove funzionalità di assistenza sanitaria, Amazon sarà in grado di espandere ulteriormente le offerte di Alexa. I dirigenti di assistenza sanitaria hanno affermato di vedere la promessa nei comandi vocali come un’alternativa più semplice in alcune circostanze alla digitazione o al tocco di uno schermo.

“Stavamo aspettando che questo livello di privacy e sicurezza fosse completo, perché è ovviamente fondamentale“, ha affermato Richard Roth, responsabile dell’innovazione strategica per il CommonSpirit Health di Chicago. Il sistema, che gestisce 142 ospedali in 21 Stati, sta sviluppando la propria opzione Alexa per la pianificazione degli appuntamenti, ha detto. Come la prenderanno i pazienti?