C’è una novità importante nella lotta contro la malaria nel mondo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha infatti approvato proprio un vaccino contro la malaria per un utilizzo di massa nei bambini. Si tratta del primo vaccino contro questa malattia, che è prodotto da GlaxoSmithKline e si chiama Mosquirix. L’obiettivo è quello di distribuire questo vaccino nelle zone ad elevato rischio, come quelle dell’Africa Sub-Sahariana.

Un’approvazione storica

Il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha sottolineato il fatto che si tratta di un’approvazione storica. Questo permetterà di mettere a punto un’azione di prevenzione con la possibilità di salvare decine di migliaia di bambini.

Basti pensare al fatto che il 94% delle vittime di malaria ogni anno è una percentuale che si registra in Africa e che due situazioni su tre riguardano proprio i più piccoli. Si tratta di una decisione storica, anche perché un obiettivo di questo tipo era atteso da tantissimi anni.

Il programma pilota in tre Paesi

È in corso nello specifico un programma pilota per questo vaccino in tre Paesi, Malawi, Kenya e Ghana. In particolare dal 2019 sono state somministrate più di 2,3 milioni di dosi ed è stato osservato che il prodotto è sicuro ed è capace di ridurre del 30% la malaria in forma grave.

Chiaramente non si tratta di una soluzione infallibile, ma di certo questo vaccino contro la malaria sarà in grado di aiutare molto per modificare il corso di questa malattia soprattutto in alcune zone del mondo in cui si verifica un numero molto elevato di casi.