Arriva in Italia la prima pillola anti Covid

pillola anti Covid

È disponibile in Italia la prima pillola anti Covid. Si tratta di un antivirale specifico, che ha il nome di Molnupiravir. L’Agenzia Italiana del Farmaco ha dato il via libera pochi giorni fa e da oggi comincia ad essere distribuito alle regioni. È stato comunque specificato che il farmaco in questione non può essere considerato un’alternativa ai vaccini contro il coronavirus.

Chi può assumere la pillola anti Covid

Gli esperti fanno riferimento, per l’assunzione della prima pillola anti Covid, al trattamento dei pazienti con infezione non ricoverati. Si tratta di pazienti che hanno sviluppato da poco tempo i sintomi della malattia da lieve a moderata e con condizioni cliniche che possono presentare fattori di rischio per lo sviluppo di infezioni più gravi.

Il Molnupiravir è un antivirale che deve essere somministrato oralmente e che deve essere assunto in caso di positività entro cinque giorni dal momento in cui insorgono i sintomi. Il trattamento complessivo è di cinque giorni e consiste in quattro capsule che devono essere prese due volte al giorno per un totale di 800 mg.

Come funziona l’antivirale contro il coronavirus

Il farmaco in questione, secondo le spiegazioni che sono state date dagli esperti, riesce a produrre delle alterazioni nel materiale genetico del virus durante la fase della sua replicazione. In questo modo l’agente patogeno viene messo nelle condizioni di essere incapace di moltiplicarsi.

La pillola non dovrebbe colpire la proteina spike del Covid e per questo dovrebbe dimostrarsi efficace anche contro le varianti. Non può sostituire il vaccino, perché comunque non si ritiene abbia un’efficacia molto alta e poi perché gli esperti hanno spiegato che ha una durata di azione limitata.