Tutti i ginecologi consigliano alle donne in gravidanza di aumentare l’apporto calorico di circa 340-450 calorie al giorno negli ultimi mesi della gravidanza.

Ora un nuovo studio rileva che potrebbe non esserci bisogno di quelle calorie in più. Gli esperti sostengono viceversa che le future mamme debbano trovare una dieta che funzioni per loro, specialmente durante i mesi più critici della gravidanza.

Lo studio

Ora i risultati di un recente studio clinico che ha valutato l’apporto calorico, il dispendio energetico e l’aumento di peso in 54 donne in gravidanza, mettono in luce i modi in cui l’assunto classico “bisogna mangiare per due” sia completamente sbagliato.

Riteniamo che questo sia il primo studio a fornire raccomandazioni basate sull’evidenza per l’assunzione di energia nelle donne in gravidanza con obesità in contrasto con le attuali raccomandazioni dell’Istituto di medicina“, hanno scritto gli autori dello studio.

Secondo i ricercatori, le donne in gravidanza non necessitano d un aumento delle calorie per avere una gravidanza sana. Invece trarrebbero maggiori benefici dal mantenere il loro apporto calorico di pre-gravidanza e dal concentrarsi sul miglioramento della qualità della dieta.

I bisogni delle donne in gravidanza

Per tutte le donne, gli esperti hanno sottolineato che la necessità di calorie in genere non aumenta fino al secondo e al terzo trimestre.

La verità è che in realtà hanno bisogno di più calorie per l’allattamento rispetto alla gravidanza“, hanno detto. “Ciò che è veramente importante è evitare cibi che comportano un rischio di infezione batterica”.

Oltre alla quantità di cibo, si consiglia alle donne in gravidanza di evitare determinati alimenti comuni a causa di batteri.

Pertanto i ginecologi dovrebbero consigliare di evitare latticini non pastorizzati come alcuni formaggi o latte crudo durante la gravidanza per ridurre questo rischio. Infine si ritiene che l’assunzione di alimenti trasformati dovrebbe essere limitata perché sono generalmente meno nutrienti rispetto agli alimenti integrali.