In Gran Bretagna è stato dato il via al vaccino contro il coronavirus. Il Regno Unito è il primo Paese ad aver autorizzato ufficialmente la campagna di vaccinazione. Si tratta in particolare del vaccino che è stato realizzato dall’azienda BioNTech, con la quale ha collaborato la multinazionale americana Pfizer. Sono stati tempi molto veloci quelli per la messa a punto del vaccino e questo fattore non ha fermato certamente le polemiche a questo riguardo.

Al via subito la campagna di vaccinazione di massa

Il Governo britannico ha fatto sapere che il vaccino sarà pronto dalla prossima settimana e il servizio sanitario nazionale comincerà subito la somministrazione. Inizialmente lo riceveranno 400.000 persone entro la fine dell’anno.

Gli esperti fanno sapere che la velocità dell’immunizzazione può dipendere dalla capacità produttiva dello stabilimento che fabbrica i vaccini, che si trova in Belgio. Lo stesso ministro della Salute britannico ha commentato la notizia dicendo che sicuramente il 2021 sarà molto meglio rispetto all’anno che sta per trascorrere per quanto riguarda il controllo della situazione epidemiologica.

Il risultato dei test clinici sul vaccino “inglese”

La Gran Bretagna è riuscita a battere tutti nella velocità dei tempi con cui mettere a punto e autorizzare il vaccino contro il coronavirus. I portavoce del Governo assicurano che il vaccino ha soddisfatto i rigorosi standard di sicurezza e di efficacia.

Dai test clinici, i cui risultati sarebbero stati resi noti di recente, il vaccino contro il coronavirus della Gran Bretagna ha dimostrato un’efficacia del 95%, ottenendo risultati buoni sia per i giovani che per gli anziani.