In Spagna si starebbe verificando un’epidemia di listeriosi. La situazione avrebbe determinato una vera e propria emergenza, tanto che la Spagna ha dichiarato un’emergenza di carattere mondiale. Alla base dell’infezione da listeria diffusa potrebbe essere la carne di una nota marca.

La situazione dell’infezione da listeria in Spagna

L’epidemia sarebbe confermata, perché già ci sarebbero 150 casi in Andalusia. Inoltre in tutta la nazione altri 500 soggetti sarebbero sospetti di aver contratto l’infezione a causa del consumo di possibili prodotti contaminati.

Proprio per questo le autorità spagnole hanno fatto scattare una situazione di allarme e hanno riferito di ciò che sta succedendo alle autorità europee e all’Organizzazione Mondiale della Sanità. Tutto questo è a scopo soltanto precauzionale, in modo da mantenere tutto sotto controllo e per riscontrare eventualmente casi di listeriosi anche in altri Paesi.

Come si manifesta la listeriosi

La listeriosi è l’infezione da listeria, che è determinata dal batterio Listeria monocytogenes. È un’infezione solitamente di carattere alimentare, che può insorgere in seguito al consumo di prodotti contaminati. Infatti il batterio in questione si trova in maniera comune nel terreno e nell’acqua e può rappresentare una fonte di contaminazione per ortaggi e verdure in generale.

L’infezione da listeria tipicamente insorge in forma lieve, ma ci sono anche casi di manifestazioni più gravi che si verificano quando il bacillo si diffonde nell’organismo, arrivando ad interessare il sistema nervoso.

I sintomi in questi casi sono particolarmente eclatanti, visto che i soggetti infettati possono avere febbre, nausea, possono incorrere in casi di diarrea e di dolori muscolari. Nelle forme più gravi si possono verificare altre manifestazioni, come irrigidimento del collo, perdita di equilibrio e senso di confusione mentale.

Per evitare il rischio occorre stare attenti a non consumare carni non cotte adeguatamente, verdure crude o prodotti caseari che sono stati realizzati con latte non pastorizzato.