Si fa sempre più preoccupante il dato che riguarda l’incidenza e la mortalità della febbre dengue, che in Brasile continua a mietere vittime. Il ministero della salute del Paese sudamericano ha fatto sapere che, negli ultimi sei mesi, le morti per questo particolare tipo di febbre sono aumentate considerevolmente, specie se in rapporto con lo stesso periodo dello scorso anno. Sono mostruose le percentuali che hanno riguardato non soltanto i casi di mortalità, ma anche quelli di incidenza all’interno della popolazione brasiliana: ma da cosa è causato questo preoccupante aumento?

Che cos’è la febbre dengue

La febbre dengue (conosciuta semplicemente con il nome di dengue) è una malattia infettiva causata dal virus Dengue, che si presenta attraverso cinque sierotipi differenti: DENV-1, DENV-2, DENV-3, DENV-4, DENV-5. 

La malattia è causata da una trasmissione del virus dato dalla puntura di zanzara e si presenta con sintomi simili a quelli del morbillo: febbre, cefalee, dolori muscolari e articolari ed esantemi che ricordano proprio la malattia sopraccitata. A questi sintomi se ne accompagnano degli altri più pericolosi, come febbre emorragica, trombocitopenia, emorragia, perdita di liquidi e – talvolta – morte.

Aumento della mortalità e dell’incidenza della febbre dengue in Brasile

Stando a quanto riportato dal Ministero della Salute del Brasile, i casi di mortalità a seguito della febbre dengue sono aumentati particolarmente. Negli ultimi sei mesi, le morti per questo particolare tipo di febbre sono state tali da determinare un incremento del 163% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Come se non bastasse, anche l’incidenza della malattia nella popolazione brasiliana è aumentata a dismisura: +561% (pari a 1,1 milione di casi di possibili infetti) rispetto ai primi sei mesi del 2018, dato il rapporto con lo stesso periodo dell’anno scorso. Le cause di questo esponenziale aumento sono da ricercare nelle piogge pesanti e nelle temperature più alte: è stato stimato, infatti, che 366 persone sono morte a causa della trasmissione della malattia avvenuta a causa della puntura di zanzara.