Spesso e volentieri, comprare un montascale significa sapersi informarsi correttamente rispetto a tipologie di tecnologie esistenti, prezzo, dimensioni e agevolazioni collegate.

Se stai valutando di prendere un montascale è bene avere in mente una serie di parametri per avere la situazione sotto controllo da un punto di vista informativo. È chiaro che comperare una tecnologia di questo tipo è una soluzione comune quando si tratta di poter procede con l’abbattimento di barriere architettoniche in contesti pubblici o privati, regalando maggiore autonomia all’individuo. Ecco perché l’acquisto di un montascale per anziani è decisamente cosa buona è giusta.

Andiamo a vedere quindi quali sono i 4 fattori da tenere in considerazione.

  • Tipologia di Montascale

Prima cosa, bisogna studiare bene l’applicazione dell’oggetto in base all’ambiente in cui dovrà essere installato. Infatti, esistono diverse tipologie di montascale rispetto alle esigenze del singolo cliente: questi possono essere installati su scale dritte, scale curve, scale esterne, senza alcuna differenziazione tra luoghi pubblici e privati. Se non dovesse già esistere la soluzione adatta al cliente, ecco che dovrà essere studiata un’applicazione custom, su misura. Niente paura, però, perché la tecnologia è ormai arrivata ad un punto in cui può coesistere in ogni ambiente.

  • Occhio al prezzo

Una volta capito quale montascale fa al caso tuo, ecco che arriva forse la parte più delicata del percorso, ossia quello del prezzo. È chiaro che anche in questo caso bisognerebbe partire con un approccio decisamente positivo per non farsi spaventare dall’esborso economico: la cifra spesa per il montascale giustifica sotto ogni punto di vista la possibilità di abbattere ogni barriera legata all’autonomia di una persona. Detto questo, il range di costo di un montascale va dai 3.000 € fino ai 15.000 € per le soluzioni più complesse. Anche qui, dipende da quante personalizzazioni avrai in mente di fare e dalla sua applicazione.

  • Le dimensioni di un montascale

Non è una domanda facile a cui rispondere poiché dipende dalla struttura e dalle scale su cui dovrà poi essere installato il tutto. Solitamente, per installare un montascale bisogna fare una differenziazione: in caso di scale dritte, infatti, potrebbero bastare 68 cm di larghezza, mentre il comportamento cambia notevolmente nel caso in cui ci ritroviamo di fronte a scale curve, in cui potremmo aver bisogno di 77-78 cm di spazio. In caso di scala esterna, uno dei modelli più apprezzati è il montascale a poltroncina SUPER di Elelift. Insomma, c’è una soluzione per ogni specifica esigenza. Basta avere bene in chiaro dove deve essere posizionato.

  • Ricordati delle agevolazioni fiscali

Eccoci arrivati ad uno dei punti più positivi di questa lista. Nel caso in cui si rispettino determinati requisiti in sede d’acquisto del montascale, si avrà diritto ad una agevolazione fiscale che varia in base alle situazioni previste dalla legge. Partendo da quanto sancisce la legge n°13/89 – grazie all’introduzione del concetto di barriera architettonica – viene riconosciuto a tutti il diritto alla libertà di movimento. Ed è esattamente per questo motivo che le normative vigenti prevedono due diverse tipologie di detrazioni:

  • la detrazione fino al 50% delle spese sostenute per l’acquisto di un montascale, dall’Irpef (imposta di reddito delle persone fisiche);
  • la detrazione del 19% sulle spese riguardanti i mezzi necessari al sollevamento dei disabili accertati ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge n. 104/92.

Come chiedere domanda? È tutto molto semplice: questa dovrà essere andrà presentata agli uffici competenti del Comune di appartenenza. Per tutte le informazioni su agevolazioni e detrazioni montascale vi consigliamo di approfondire la questione con l’aiuto di un professionista.

Una volta chiariti i punti di cui sopra, ecco che acquistare un montascale potrebbe diventare un’operazione certamente più facile e sensata, anche rispetto alle esigenze di ogni singola persona.