L’herpes labiale è una condizione che si riscontra, generalmente, sulle labbra (come suggerisce il nome stesso). La malattia infettiva è determinata dal ceppo virale herpes simplex, di solito di tipo 1. Nonostante, nella maggior parte dei casi, la malattia si verifichi sulle labbra, ci sono casi in cui può manifestarsi anche su guance e palato, sotto forma di vescichette molto dolorose.

Cos’è e come si manifesta l’herpes labiale

L’herpes labiale è una malattia infettiva che, così come suggerisce il nome stesso, si manifesta generalmente sulle labbra anche se, in rari casi, anche su guance, palato e altre parti del corpo. L’infezione, determinata dal virus herpes simplex, si manifesta sotto forma di vescichette piuttosto dolorose, che si differenziano per entità e che, nel corso dei giorni, conoscono un picco di ampiezza e dolore prima di scemare completamente.

I sintomi della malattia infettiva sono piuttosto conosciuti, e iniziano a manifestarsi in poche ore se non si interviene tempestivamente: la zona che vedrà la comparsa di vescichette piccole e dolorose viene inizialmente interessata da una sensazione di calore e tensione. Chi conosce già la malattia, rendendosi conto dell’infezione a cui è sottoposto, può utilizzare pomate a base di zinco per evitare la fuoriuscita delle vescichette croniche.

Il contagio avviene attraverso il contatto diretto con la zona interessata (bacio o rapporto sessuale); l’herpes labiale è, per forma e formazione, molto simile all’afta, nonostante la condizione e le cause siano completamente diverse.

Cause dell’herpes labiale

Al di là della naturale esposizione alla malattia da parte di un qualsiasi soggetto, l’herpes labiale si verifica soltanto in poche circostanze che determinato un abbassamento delle difese immunitarie, come stati di stress, ciclo mestruale o gravidanza. Nel primo caso, l’organismo è naturalmente esposto anche a febbre, raffreddore o influenza proprio in virtù dell’abbassamento delle difese dell’organismo.

Ciclo mestruale e gravidanza sono, invece, cause meno possibili dal punto di vista statistico. In ogni caso, è molto difficile che l’herpes labiale si diffonda in ogni altra parte del corpo, come altre zone del viso (occhi, guance, bocca) o del corpo. È accertata, anche se molto rara, la contaminazione dei genitali attraverso l’acqua o quella di un’altra persona attraverso asciugamano o vestiti. In ogni caso, salvaguardando le norme igieniche elementari, si riduce il rischio a zero.

Come si cura l’herpes labiale: rimedi e trattamenti

È possibile curare l’herpes labiale attraverso numerosi trattamenti e farmaci; è importante sapere che, una volta comparsa, l’infezione non può essere curata del tutto ma i suoi sintomi possono essere alleviati (come per qualsiasi altro tipo di herpes, stomatici o afte).

Allo stesso modo, è possibile evitare anche che la malattia – per quanto cronica – non sia recidiva, cioè non si verifichi in futuro. Per fare questo bisogna ridurre, quanto più possibile, ogni episodio di stress legato a lavoro o situazioni personali.

Al di là dello stress, che risulta essere una componente fondamentale legata all’herpes labiale, un apporto vitaminico (vitamina C, D e come antiossidanti vitamina A, E) e di sali minerali è molto importante. Fondamentale è anche un’alimentazione ben regolata, un apporto di omega 3 alla propria dieta, il consumo di cibi probiotici, l’utilizzo di crema solare e di creme che evitino la screpolatura delle labbra per il freddo.