Il controllo eccessivo che viene imposto sugli adolescenti che molto spesso da parte dei genitori si propone come l’introduzione di una vera e propria disciplina può causare, a lungo termine, delle conseguenze indesiderate, con più difficoltà che insorgono principalmente nell’età adulta. Lo ha rivelato uno studio condotto dall’Università della Virginia.

Cosa succede agli adolescenti in presenza di genitori autoritari

Gli esperti insistono sulla possibilità che i genitori autoritari, con un controllo eccessivo sui loro figli adolescenti, possano costituire l’innesco di comportamenti problematici. Spesso può capitare che i genitori usino delle strategie di controllo eccessive senza rendersene conto, facendo nascere dei sensi di colpa nei ragazzi.

Questo atteggiamento porterebbe gli adolescenti ad avere uno scarso rendimento scolastico e una scarsa autostima. Inoltre i ragazzi sottoposti ad un eccessivo controllo crescerebbero con una mancanza di fiducia che li porterebbe all’impossibilità di conquistare la loro indipendenza.

Gli esperti rivelano che una disciplina troppo rigida potrebbe portare anche all’instaurarsi di reazioni oppositive e può creare insicurezza.

I risultati dello studio sugli adolescenti

Lo studio degli esperti dell’Università della Virginia si è concentrato sul seguire il rapporto con i genitori per 184 partecipanti, che sono stati analizzati ogni anno, dai 13 anni fino ai 32 anni attraverso la compilazione di questionari.

I risultati si sono visti già quando i ragazzi erano adulti. È emerso che chi aveva avuto genitori autoritari all’età di 13 anni aveva scarse possibilità di avere una relazione sentimentale. Inoltre il loro livello di istruzione era inferiore rispetto a quello degli altri coetanei.