Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, ha affermato che il coronavirus tornerà in autunno. I nuovi vettori dell’infezione saranno i giovani, a causa della mancanza delle misure di sicurezza che i ragazzi stanno dimostrando.

Quali sono state le dichiarazioni sul coronavirus di Walter Ricciardi

Walter Ricciardi, professione di Igiene generale e applicata all’Università Cattolica, ha presentato un rapporto nel quale ha ribadito che assisteremo ad un ritorno dell’infezione da coronavirus in autunno.

L’esperto ha fatto notare che tutti i virus respiratori ritornano in autunno, perché si tratta di una stagione che, a causa dell’abbassamento delle temperature, permette al virus di riprodursi.

Ricciardi ha affermato che si può definire tecnicamente finita una pandemia quando si hanno 40 giorni consecutivi in cui nel mondo ci siano zero casi. Da questo punto di vista, secondo l’esperto, siamo ben lontani a livello mondiale dal raggiungere questo traguardo.

Quali sono le strategie che dovremmo applicare per evitare l’infezione

Ricciardi ha sottolineato che la maggior parte dei contagi avviene attraverso le mani, quindi ci sono delle precauzioni molto importanti da prendere per evitare che ritornino i casi generali di infezione.

L’esperto ribadisce che lavare le mani è un’abitudine molto importante e, con il lavaggio delle mani accurato e con il distanziamento fisico, si può evitare quasi il 100% dei contagi. L’esperto afferma inoltre che negli ambienti chiusi si deve indossare la mascherina.

È molto importante, secondo ciò che ha detto Ricciardi, non essere spaventati ma prudenti e badare alla pulizia delle superfici, oltre che intraprendere quei comportamenti che ci possono aiutare a tenere lontana l’infezione fino a quando non ci sarà a disposizione il vaccino.