Il mais fa ingrassare? Calorie, valori nutrizionali e benefici

il mais fa ingrassare

Il mais fa ingrassare? Per rispondere a questa domanda dobbiamo innanzitutto considerare le caratteristiche di questo prodotto. Le domande che ci poniamo quando decidiamo di seguire una dieta per perdere peso sono veramente tante e spesso ci chiediamo anche se determinati cibi facciano ingrassare.

Sono tante le informazioni che vorremmo sapere sugli alimenti e ci chiediamo spesso quali sono i benefici dei vari cibi che vorremmo mangiare, tenendo conto anche delle possibili calorie che questi stessi alimenti apportano.

In questo articolo ci chiediamo proprio se il mais fa ingrassare, facendo in particolare riferimento a questo prodotto, che da sempre viene utilizzato per diverse preparazioni in cucina, ad esempio per mettere a punto delle gustose insalate da consumare nel corso della stagione estiva.

I prodotti a base di mais disponibili

Spesso il mais viene considerato un alimento capace di apportare una grande quantità di calorie, tanto che alcune persone decidono di toglierlo dall’alimentazione che seguono. Ma le cose stanno veramente in questo modo? In generale dobbiamo sempre dire che eliminare degli alimenti da una dieta potrebbe determinare delle carenze di particolari sostanze nutritive.

Il mais in effetti apporta una grande quantità di elementi importanti per l’organismo, dando l’opportunità di avere a disposizione numerosi benefici.

Il mais può essere acquistato in diverse tipologie. Ci sono le pannocchie classiche che tutti conosciamo, ma è un prodotto disponibile anche in scatola, sotto forma di pasta. Esistono anche le gallette di mais e i pop corn. Insomma, c’è una grande varietà di scelta e bisogna considerare che alcuni di questi prodotti dovrebbero essere consumati di meno da chi segue una dieta per perdere peso. Altri invece possono essere inseriti tranquillamente all’interno dell’alimentazione settimanale. Il mais tostato fa ingrassare? Il mais in scatola fa ingrassare? Le pannocchie fanno ingrassare? Scopriamone di più.

I valori nutrizionali del mais

Il mais è un cereale originario del continente americano, è arrivato nel nostro continente intorno al 1600. Ci sono differenti varietà e tipologie di mais disponibili anche nel nostro Paese, ma, tra quelle più apprezzate, spiccano senza dubbio il mais rosso e il mais bianco.

Se teniamo in considerazione 100 grammi di questo cereale, possiamo valutare i valori nutrizionali del mais in questo modo, con la composizione seguente:

  • 12,5 grammi di acqua;
  • 75 grammi di carboidrati;
  • 9,2 grammi di proteine;
  • 3,8 grammi di grassi;
  • 66 grammi di amido;
  • 2,5 grammi di zuccheri semplici;
  • 2 grammi di fibre.

Tra le vitamine presenti nel mais dobbiamo ricordare la vitamina A e quelle del gruppo B, come la B1, la B2 e la B3. Sempre tenendo conto della composizione del mais dal punto di vista nutrizionale, dobbiamo considerare anche la presenza di diversi sali minerali, come ferro, calcio, sodio, potassio, fosforo, magnesio, selenio, zinco e rame.

Mais: calorie

Ma il mais fa ingrassare? Quante calorie ha il mais? Per rispondere a queste domande, dopo aver visto i valori nutrizionali, dobbiamo tenere conto delle calorie di questo cereale. A quanto corrispondono le calorie del mais? Vediamo del mais calorie per 100 gr.

In 100 grammi di mais sono contenute circa 350 kcal.

Il potere calorico del mais nella dieta dipende anche dalla presenza in discrete quantità di amido. Ma non tutti i prodotti a base di mais sono uguali dal punto di vista delle calorie che contengono. Ad esempio bisogna considerare che il mais che viene venduto in scatola ha una quantità di calorie maggiore rispetto a quello disponibile in modo naturale, spesso a causa della presenza di conservanti che vengono utilizzati per la preparazione di questi prodotti. Può essere presente anche del sale, visto che questo ingrediente viene usato a volte come aggiunta alla preparazione del mais in scatola.

Il mais fa ingrassare?

Abbiamo visto, quindi, quanto il mais è calorico nella realtà. Alla luce di quanto abbiamo visto, cerchiamo di comprendere adesso se il mais fa ingrassare. Innanzitutto dobbiamo specificare che, rispetto ad altri cereali, questo prodotto ha una quantità inferiore di calorie. Per questo può essere incluso anche all’interno di una dieta ipocalorica, facendo ovviamente attenzione alla quantità.

Il mais in particolare ha un terzo delle calorie che si trovano nel pane e nelle patate, per questo è possibile consumare questo cereale anche in una dieta per perdere peso. Ma il mais fa ingrassare per il fatto che contiene una grande quantità di amido. Soprattutto in alcune tipologie di mais, la presenza dell’amido rende il cereale poco adatto ad essere inserito all’interno di un’alimentazione per perdere peso.

Tutto sta, quindi, nelle quantità che vengono consumate, anche nel caso del mais per la dieta. Gli effetti positivi che il mais è in grado di fornire all’organismo sono veramente tanti, ma consumare snack a base di mais che contengono anche altri prodotti potrebbe determinare il rischio di aumento di peso.

Sarebbe quindi preferibile consumare il mais al naturale, che possiamo ad esempio cucinare anche in casa, con una cottura tramite bollitura. In ogni caso è sempre bene chiedere consiglio ad un medico o ad un nutrizionista, per sapere cosa è meglio fare nel nostro caso specifico, per comprendere quali quantità di mais inserire nella nostra alimentazione. Ecco quindi che abbiamo cercato di comprendere se un alimento con mais è calorico.

I benefici del mais

Concludiamo questa panoramica sul mais descrivendo proprio alcuni di quei benefici che abbiamo citato nel corso dell’articolo. Il mais riesce, ad esempio, a mantenere gli occhi in salute, grazie alla presenza di carotenoidi, di luteina e zeaxantina, che sono davvero benefici dal momento che hanno ottime proprietà antiossidanti.

Il mais ha ottime quantità di sali minerali, come il ferro. Proprio per questo motivo è un alimento ottimo per rimediare alla carenza di ferro. Il nostro organismo ha infatti la necessità di ferro e di acido folico, per permettere la formazione dei globuli rossi. La quantità di 2,7 mg di ferro contenuto nel mais lo rende un ottimo alimento, quindi, per contrastare l’anemia.

Il cereale di cui stiamo parlando, inoltre, contiene una buona quantità di fibre, che favoriscono la riduzione del colesterolo e la possibilità di rendere più efficiente il sistema che si occupa di controllare la digestione nel nostro organismo.

In particolare 100 grammi di mais contengono una buona quantità di fibre e questo riesce a garantire degli ottimi benefici per il nostro corpo.

Grazie ai carboidrati, consumare mais significa avere a disposizione una quantità alta di energia, sia a livello fisico che per quanto riguarda la mente. Proprio per il fatto che contiene cereali complessi, che richiedono più tempo per la digestione, il mais riesce a mantenere inoltre sazi più a lungo nel tempo.