Secondo i dati inglesi, il vaccino AstraZeneca sarebbe efficace contro la variante indiana del coronavirus. In effetti c’è stata grande preoccupazione per il diffondersi della variante delta anche in Inghilterra. Non essendoci dati a disposizione, è stato veramente difficile riuscire a stabilire il livello di protezione garantito dal vaccino. Adesso invece arrivano nuovi dati che hanno avuto come effetto quello di tranquillizzare e di sedare le eccessive preoccupazioni.

Che cosa dicono i dati sul vaccino AstraZeneca

La stessa azienda che si occupa della produzione del vaccino AstraZeneca ha diffuso un comunicato, in cui si afferma che due dosi di vaccino possono essere efficaci fino al 92% nell’evitare il ricovero in ospedale a causa della variante indiana. Inoltre fra coloro che si sono sottoposti a due dosi di vaccino non ci sarebbero stati decessi.

Il vaccino avrebbe dimostrato anche un certo livello di efficacia molto alto anche nei confronti delle variante inglese. In questo caso ci sarebbe stata una riduzione dell’86% dei ricoveri e sempre nessun decesso.

La risposta delle cellule T al vaccino contro il Covid 19

Secondo gli esperti, i dati sono molto evidenti, perché dimostrerebbero come il vaccino AstraZeneca, somministrando due dosi, sarebbe particolarmente efficace contro l’insorgenza della malattia grave, con sintomi significativi, e contro l’ospedalizzazione.

Il tutto sarebbe rapportato alla forte risposta delle cellule T dell’organismo umano nei confronti del vaccino AstraZeneca contro il Covid 19. È proprio questo meccanismo di azione che dovrebbe essere correlato ad una protezione più alta e più duratura nel tempo.