L’influenza 2020 si appresta a raggiungere il picco del contagio. Secondo ciò che ha riferito l’Istituto Superiore di Sanità, nella prima settimana di questo mese l’influenza ha colpito più di 800.000 persone. In totale gli italiani ammalati sono oltre 4 milioni. Gli esperti hanno spiegato che il virus quest’anno è più aggressivo e si può presentare all’improvviso, con sintomi come febbre molto alta, mal di gola, dolori muscolari e malessere. Inoltre altri sintomi sono costituiti da tosse, mal di testa, dolori articolari e disturbi gastrointestinali.

L’andamento dell’influenza 2020

A riferire sull’andamento di influenza di quest’anno sono sempre gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità. I medici assicurano che non arriveremo a 8 milioni di casi, come quelli che sono stati registrati nella stagione passata. Tuttavia i casi di contagio di influenza non saranno meno di 7 milioni.

Inoltre hanno spiegato che l’influenza può avere una durata differente in base alla persona colpita. Gli adulti avvertono i sintomi per circa 7 giorni, mentre nei bambini la durata dell’influenza 2020 può essere di circa 10 giorni.

Le persone anziane e i pazienti con patologie croniche sono a maggiore rischio di complicanze.

Le campagne di vaccinazione contro l’influenza

Nel nostro Paese le campagne di vaccinazione contro l’influenza sono state effettuate da ottobre a dicembre. In ogni caso anche in altri periodi chiunque lo richieda può effettuare il vaccino antinfluenzale.

La risposta immunitaria dell’organismo viene sviluppata in circa 2 settimane ed ha una copertura per un periodo compreso tra i 6 e gli 8 mesi. Per questo i medici raccomandano a chi non l’avesse ancora fatto l’opportunità di vaccinarsi per limitare almeno l’aggressività del virus dell’influenza.