La frutta fa ingrassare? È questa una domanda che in molti si pongono, anche perché da sempre la frutta è stata elogiata come il cibo che può essere mangiato tranquillamente senza determinare molti problemi di peso. Anzi alcuni nutrizionisti ritengono che sia fondamentale proprio ingannare il senso di fame ricorrendo a qualche frutto, da mangiare a colazione o come spuntino a metà giornata.

Non dobbiamo però cadere nei falsi miti, perché per esempio bisogna chiedersi se tutti i tipi di frutta abbiano lo stesso effetto. Ti sei mai chiesto per esempio se la frutta secca fa ingrassare oppure qual è la frutta che non fa ingrassare? Scopriamo quando la frutta fa ingrassare.

Che cosa contiene la frutta

La frutta fa ingrassare? È questa la domanda a cui stiamo cercando di rispondere e, più precisamente, il quesito che ci poniamo è quello relativo al fatto che la frutta fa ingrassare o dimagrire. Per questo partiamo dalla consapevolezza del cercare di vedere quali sono i tipi di frutta più indicati da mangiare in una dieta ipocalorica, analizzando anche la composizione della frutta stessa.

Possiamo fare una distinzione fra vari tipi di frutta. Quella acidulo-zuccherina comprende le mele, le pere, l’uva, le albicocche, le ciliegie, le fragole. Quella completamente acidula comprende soprattutto gli agrumi. Poi abbiamo la frutta zuccherina, che contiene più del 15% di zuccheri e quindi ha un apporto calorico più elevato.

Inoltre dobbiamo distinguere fra frutta farinosa, come per esempio le castagne, e frutta oleosa, che è conosciuta anche come frutta secca e comprende tra tutti i tipi anche le nocciole, le mandorle, i pistacchi e le arachidi.

In generale la frutta contiene poche calorie, ma anzi svolge delle funzioni molto importanti per il nostro organismo. È ricca di vitamine, di antiossidanti, è composta spesso da un’alta percentuale di acqua e, fra tutte le vitamine, la più abbondante è la vitamina C.

La frutta può essere utile per apportare al nostro corpo le fibre e sali minerali come il potassio, il magnesio, il calcio e il ferro.

Il momento in cui mangiare la frutta

Cerchiamo di rispondere alla domanda se la frutta fa ingrassare, considerando anche il momento giusto per mangiarla. Per esempio molti si chiedono se la frutta dopo i pasti fa ingrassare o se la frutta la sera fa ingrassare.

Molto importante infatti è anche il momento della giornata per consumare la frutta. Puoi mangiare qualche frutto anche come spuntino a metà mattinata o nel pomeriggio. Alcuni decidono di evitarla dopo i pasti, perché spesso in queste situazioni la frutta causa fermentazioni e quindi un certo gonfiore addominale.

La frutta da mangiare per una dieta dimagrante

Chiaramente, come abbiamo visto fin dall’inizio, se vogliamo capire se la frutta fa ingrassare, dobbiamo fare delle opportune distinzioni. Basti pensare per esempio che la frutta oleosa apporta molte calorie e quindi, pur avendo delle proprietà molto importanti per l’organismo, andrebbe consumata con una certa moderazione.

Se vuoi sapere qual è la frutta che puoi includere perfettamente in una dieta dimagrante per cercare di perdere peso corporeo e per attutire i morsi della fame, ti consigliamo alcune tipologie che sono meno caloriche.

Fra queste prendi in considerazione l’anguria, il melone, le ciliegie, i lamponi, le albicocche, le fragole, gli agrumi e l’ananas.

In generale, quando scegli la frutta da mangiare, sarebbe preferibile dare una certa preferenza a quella di stagione, perché è più naturale, visto che matura sotto i raggi del sole e non in ambienti artificiali come le serre.

Se hai la necessità di perdere peso, evita la frutta secca e altri frutti particolarmente zuccherini, come le banane, i cachi e l’uva.

Di certo possiamo dire che frutta e verdura sono fondamentali per l’alimentazione e quindi non dovrebbero mai mancare sulla nostra tavola.

Un buon frutto è un alimento da preferire agli snack industriali che spesso mangiamo durante le pause. Anche quando sei fuori casa e non hai la possibilità di portare con te la frutta fresca, puoi sempre prepararla la sera prima, anche se ti consigliamo di non sbucciarla.

Porta con te una mela, una pera o un’arancia, che puoi mangiare in maniera molto pratica anche quando non sei in casa.