Quali effetti ha la pandemia sulla salute mentale dei più giovani? A riflettere su questo punto è stato l’Istituto Superiore di Sanità, che ha reso noti alcuni risultati presi da diversi studi sull’argomento. A questo proposito è emersa una certa preoccupazione sulle conseguenze derivanti dallo stress provocato dall’epidemia di Covid 19. Gli esperti dicono che bisognerebbe intervenire tempestivamente per evitare le conseguenze più gravi.

Quali sono gli effetti della pandemia

A causa della pandemia di Covid 19 i giovani avrebbero delle conseguenze che si riflettono immediatamente sulla loro salute mentale, arrivando a soffrire di disturbi d’ansia, di irritabilità e compromettendo la qualità del sonno.

Soffrono di tutti questi disturbi soprattutto bambini ed adolescenti. Questi effetti si stanno sentendo perché i giovani hanno limitato la loro autonomia di movimento, anche per quanto riguarda la sospensione della frequenza scolastica.

Si fanno quindi sentire gli effetti dell’isolamento, che, a quanto dicono gli esperti, possono influenzare anche lo sviluppo psicofisico, con conseguenze anche a lungo termine.

Che cosa può fare la differenza in termini di salute mentale

Delle ricerche sull’argomento condotte negli Stati Uniti hanno messo in evidenza che il 65% dei bambini sotto i 6 anni e il 71% dei piccoli sopra i 6 anni hanno sofferto di problemi comportamentali e di sintomi tipici di stadi di regressione.

Fra i 6 e i 18 anni i disturbi più frequenti sono stati quelli di ansia e di difficoltà a dormire. Secondo gli esperti, la differenza può essere data dall’atteggiamento di supporto da parte dei genitori nel regolare le reazioni emotive. Inoltre sarebbe importante anche l’intervento dei pediatri e degli insegnanti.