Boris Johnson, premier inglese, ha affermato nel corso di una conferenza stampa che la cosiddetta variante inglese del coronavirus scoperta qualche tempo fa, secondo alcuni dati messi a punto dagli esperti, non sarebbe soltanto più contagiosa, ma potrebbe anche essere più letale. La mutazione del virus, che è stata scoperta prima dello scorso Natale nell’area di Londra, potrebbe essere più mortale, secondo ciò che ha riferito il premier inglese, fino al 30% in più.

La variante inglese del coronavirus

Le nuove informazioni sull’argomento provengono, secondo quanto è stato specificato, dai dati messi a disposizione dagli esperti del New and Emerging Respiratory Virus Threats Advisory Group. In ogni caso sono delle informazioni ancora preliminari, che necessitano di altri studi per ricevere delle conferme.

Il premier Johnson ha spiegato anche che il sistema sanitario del Paese, che al momento si trova in grande difficoltà, probabilmente è sotto pressione proprio per la trasmissione di questa variante del virus, che risulterebbe incontrollata.

Le preoccupazioni per le altre varianti del virus

Nel frattempo gli esperti devono fare i conti anche con le preoccupazioni derivanti da altre varianti del coronavirus, in particolare quella brasiliana e quella sudafricana, scoperte di recente.

Sir Patrick Vallance, consulente del governo britannico, ha specificato che il vaccino contro il coronavirus avrebbe la metà della probabilità di essere efficace sulle varianti in questione. Anche questo annuncio è stato effettuato nel corso della conferenza stampa in cui era presente il premier.

Per quanto riguarda la variante inglese, l’esperto ha specificato che c’è la necessità di un maggiore lavoro per avere informazioni più precise sulla questione.