Le proteine da fitness che i negozi di integratori di salute vendono, acquistati come aiuto dietetico per costruire massa muscolare, potrebbero non essere effettivamente sicure per la salute. Questo è quanto emerso secondo un nuovo studio sui topi.

I frullati proteici potrebbero influenzare negativamente la salute a lungo termine?

Molte polveri di proteine ​​di fitness che sono disponibili in commercio sono a base di siero del latte, con alti livelli di aminoacidi a catena ramificata (BCAA).

I rapporti statistici mostrano che solo nel 2017 il mercato globale delle proteine ​​del siero di latte ha avuto un valore finanziario di circa 9,4 miliardi di dollari. Con stime che suggeriscono che questo potrebbe salire a circa 14,5 miliardi di dollari entro il 2023.

I BCAA, che sono tre aminoacidi essenziali chiamati leucina, valina e isoleucina, hanno lo scopo di aiutare ad aumentare la massa muscolare nelle persone che sono interessate al bodybuilding. Anche se alcuni scienziati ritengono che questa affermazione sia “ingiustificata”.

Ora, la ricerca sui topi va ancora oltre, suggerendo che una dieta ricca di proteine ​​contenenti BCCA ma relativamente bassa in altri nutrienti essenziali può avere molti effetti negativi sulla salute a lungo termine e sulla durata della vita.

Gli studiosi, che provengono dall’Università di Sydney in Australia, hanno scoperto che consumare livelli eccessivamente elevati di BCAA può avere effetti avversi sull’umore, portare a voglie di cibo e aumento di peso e anche abbreviare la vita di una persona.

La scoperta dei ricercatori

I ricercatori hanno scoperto che la competizione tra BCAA e triptofano nel sangue portava a livelli di serotonina inferiori al normale nel cervello, con conseguenze indesiderate.

Questo ha poi abbassato i livelli di serotonina nel cervello, che a sua volta è stato un segnale potente per aumentare l’appetito, dice il coordinatore dello studio. La diminuzione della serotonina causata da un’eccessiva assunzione di BCAA ha portato a un eccesso di cibo nei topi, che sono diventati obesi e hanno vissuto di meno.

I ricercatori hanno visto questi effetti negativi in ​​un gruppo di topi che hanno alimentato il doppio della normale quantità di BCAA per tutta la loro vita. Per questo motivo, il dietologo e nutrizionista della sanità pubblica Rosilene Ribeiro, che fa parte della Scuola di scienze della vita e dell’ambiente dell’Università di Sydney, suggerisce che le persone dovrebbero controllare l’assunzione di proteine ​​da fitness per evitare conseguenze indesiderate per la loro salute.