Le zanzare non trasmettono il coronavirus. Lo ha dimostrato uno studio condotto dall’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con l’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie.

Cosa ha rivelato lo studio sul rapporto tra zanzare e coronavirus

Anche l’OMS precedentemente aveva detto che le zanzare non possono trasmettere il coronavirus. Non sono in grado di trasmetterlo né le zanzare tigrequelle comuni. Lo studio condotto dall’Istituto Superiore di Sanità ha valutato la capacità dei due tipi di zanzare di comportarsi da vettori dell’infezione.

È riuscito così a mettere in evidenza che il virus, anche quando dovesse entrare all’interno della zanzara, non riesce più a replicarsi e quindi non può essere trasmesso attraverso delle punture.

Un’evidenza dimostrata in modo scientifico

Molti avevano manifestato preoccupazioni riguardo al diffondersi dell’epidemia di coronavirus in relazione alla stagione calda, nel periodo in cui le zanzare sono molto frequenti.

Se fino ad ora gli esperti mondiali avevano detto che le zanzare non possono trasmettere il coronavirus, adesso non si tratta soltanto di un’ipotesi teorica. È stato dimostrato infatti in maniera scientifica e sperimentale che questi insetti non hanno un ruolo attivo nella trasmissione dell’infezione.

Non sono fondati quindi i timori di chi vede il coinvolgimento delle zanzare nella possibile trasmissione del Covid 19.