Vuoi conoscere del melograno proprietà e benefici? Iniziamo subito questa guida sulle proprietà benefiche del melograno partendo da un dettaglio che è utile conoscere: il nome melograno si riferisce principalmente alla pianta. Più correttamente, parlando del frutto, si dovrebbe fare riferimento alla melagrana. Spesso però la dicitura melograno viene utilizzata anche per indicare il frutto, come un vero e proprio sinonimo di melagrana.

In ogni caso, qualunque sia il nome a cui facciamo riferimento, il frutto del melograno ha numerose proprietà benefiche, in particolare degli effetti antiossidanti notevoli, che sono stati anche oggetto di numerosi studi recenti, i quali hanno sottolineato gli importanti benefici che questo frutto riesce a fornire per il nostro organismo.

Come mangiare il melograno

I frutti del melograno, quindi, possono essere consumati nella dieta quotidiana, tenendo comunque presente che esistono delle controindicazioni che devono essere prese in considerazione, delle quali parleremo in seguito.

Il frutto del melograno si può mangiare crudo, considerando che la parte edibile è costituita dagli elementi rossi, molto succosi, che si sviluppano intorno ai semi del frutto. In molti casi, essendo comunque dei frutti difficili da sbucciare, viene bevuto anche il succo di melograno, che viene estratto dalla polpa del frutto e che può essere fresco o conservato. In questo caso si può parlare, quindi, ad esempio di spremuta di melograno.

Le calorie e i valori nutrizionali del melograno

Parliamo adesso di un altro aspetto importante riferendoci a melograno, proprietà e benefici. Stiamo facendo riferimento alle calorie e ai valori nutrizionali di questo frutto molto gustoso. Il melograno ha 70 kcal ogni 100 grammi ed è ricco di vitamina C e di diversi fenoli, degli elementi molto importanti anche nel senso del contrasto nei confronti dei radicali liberi.

Il frutto in questione, parlando di melograno e proprietà benefiche, è ricco anche di acido punico. Per quanto riguarda le vitamine, sono presenti anche quelle del gruppo B, la vitamina A, la vitamina E e la vitamina K.

Molto interessanti i benefici del melograno, che analizzeremo a breve, che sono attribuiti a questo frutto. Parliamo ad esempio degli effetti antiossidanti, gastroprotettivi, idratanti e atibatterici. Non è un caso se nell’Ayurveda questo frutto viene utilizzato anche in caso di problemi intestinali, oltre che per problemi alla pelle o mal di gola.

Le proprietà benefiche del melograno

Quali sono le proprietà benefiche della melagrana? Approfondiamo quindi adesso il rapporto tra melograno e proprietà del frutto, analizzando punto per punto tutti gli effetti benefici del melograno, le proprietà che questo elemento naturale può riuscire a fornire all’organismo dell’uomo. Anche se alcune proprietà sono ancora oggetto di studio, senza dubbio i benefici del melograno sono tanti.

Innanzitutto dobbiamo segnalare la presenza dei tannini, che presentano delle proprietà astringenti. Ottenendo la polvere dalle scorze secche dei frutti, poi, è possibile anche realizzare un decotto con l’obiettivo di contrastare la diarrea.

Il melograno ha anche proprietà vermifughe e proprietà rinfrescanti nei confronti delle gengive. In particolare, realizzando un infuso, è possibile rinfrescare il cavo orale e le gengive nello specifico.

I semi del frutto di melograno hanno anche delle proprietà diuretiche, anche se non molto forti, e inoltre si possono rintracciare gli effetti aromatici dovuti soprattutto dalla scorza dei frutti. Le scorze delle melagrane possono essere, infatti, impiegate per la realizzazione di aperitivi e di liquori di vario tipo.

I polifenoli e la vitamina C conferiscono a questi frutti delle buone proprietà antiossidanti e inoltre la presenza dei flavonoidi fa in modo che siano state riscontrate delle possibili proprietà antiallergiche e vasoprotettrici, oltre che gastroprotettrici.

Melograno e salute: quando fare attenzione

Nell’ambito del rapporto tra melograno e salute, ricordiamo che il consumo di melograno non dovrebbe essere eccessivo. Ricordiamo inoltre che, anche se all’apparenza sembra un frutto innocuo, in alcuni casi si potrebbero verificare problemi di intossicazione, che in genere sono stati riscontrati nelle situazioni di somministrazione in maniera eccessiva di principi attivi che sono ricavati dalla corteccia.

Si parla a questo proposito di difficoltà respiratorie, ma anche di cefalea, sonnolenza e vertigini, che potrebbero comparire in seguito all’utilizzo eccessivo dell’estratto della corteccia.

Le controindicazioni del melograno

Proprio in tema di controindicazioni del melograno, ricordiamo anche che alcuni soggetti potrebbero sviluppare delle allergie nei confronti dei principi attivi che sono contenuti nei frutti di questa pianta. Ci sono poi dei principi attivi che potrebbero interagire con alcuni medicinali.

Per questo è fondamentale sempre non esagerare ed eventualmente chiedere consiglio al proprio medico di fiducia sulle corrette modalità di inserimento nella dieta dei frutti del melograno.

Come usare il melograno nell’alimentazione

Abbiamo visto, quindi, del melograno proprietà e caratteristiche principali a vantaggio del benessere, ma anche le possibili controindicazioni associate a questo frutto. Ma cosa si può preparare con il melograno in cucina? Con il melograno si possono mettere a punto delle realizzazioni culinarie davvero gustose.

Ad esempio si può usare il frutto nelle macedonie di frutta, oltre che nelle insalate, visto che le parti che si possono consumare del melograno si possono associare in modo perfetto a molte verdure, sia crude che cotte.

Il succo di melograno è un alimento molto interessante, anche perché con questo succo è possibile preparare delle gelatine dolci, che possono essere accompagnate ad esempio alla panna cotta. Inoltre si possono mettere a punto delle glasse che serviranno ad arricchire dolci e torte.

Il melograno fa ingrassare?

Il melograno fa ingrassare? Dopo aver visto i benefici della melagrana, infine diamo qualche indicazioni su melograno e calorie, che abbiamo visto essere non molto elevate, se facciamo il confronto con altri frutti più calorici. Inoltre dobbiamo considerare che questo frutto può essere importante per chi sta seguendo una dieta per perdere peso, dal momento che consente, grazie alle componenti di cui è ricco, di bruciare gli zuccheri e di effettuare un’azione di prevenzione nei confronti dell’accumulo di tessuto adiposo.

È comunque evidente che il consumo di questo frutto, che non deve essere mai eccessivo, e in generale l’opportunità di seguire una dieta sana ed equilibrata, nell’ambito di un’alimentazione per perdere peso, dovrebbero essere accompagnati da una corretta attività fisica svolta con regolarità.

È sempre bene chiedere consiglio ad un nutrizionista o al medico di fiducia, se vogliamo sapere quali strategie adottare per dimagrire nel modo corretto, anche facendo attenzione alla giusta alimentazione da seguire.