Il Premio Nobel per la Medicina 2021 è stato assegnato a David Julius e Ardem Patapoutian, scienziati che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento per aver contribuito alla ricerca con una scoperta molto importante, quella dei recettori che sono alla base del tatto e del meccanismo di funzionamento della percezione di alcune sensazioni, come il caldo e il freddo.

Chi sono i due vincitori del Nobel per la Medicina 2021

David Julius ha 66 anni, è nato a New York nel 1955 ed attualmente è docente sempre a New York alla Columbia University. Aredem Patapoutian ha 54 anni, è nato a Beirut ed ha svolto i suoi studi e la sua carriera lavorativa negli Stati Uniti. Ha studiato al California Institute of Technology e all’Università della California. Attualmente lavora all’istituto Scripps a La Jolla.

Le scoperte di Julius e Patapoutian

Il riconoscimento assegnato ai due studiosi è relativo ad una scoperta molto interessante, che è stata fondamentale per comprendere le modalità con le quali un soggetto percepisce l’ambiente esterno tramite la pelle.

Proprio le ricerche di Julius e Patapoutian hanno aperto la strada verso la comprensione del funzionamento di alcuni meccanismi molto particolari, come quelli del tatto e della percezione di alcune sensazioni, come il freddo e il caldo.

Nei suoi studi, in particolare, Patapoutian si è concentrato sulle cellule sensibili alla pressione, con la scoperta di sensori capaci di rispondere a determinati stimoli di tipo meccanico. Julius invece ha usato nelle sue ricerche la capsaicina, il composto del peperoncino responsabile della sensazione di bruciore tipica, un passo importante per individuare le terminazioni nervose della pelle che consentono di reagire nei confronti della sensazione di calore.