Il Ministero della Salute ha diffuso una nuova circolare, attraverso la quale si fa riferimento a due concetti che riguardano il vaccino anti Covid. In particolare si forniscono dei dettagli sui tempi di somministrazione della seconda dose dei vaccini a mRNA e delle informazioni sulla seconda dose del vaccino AstraZeneca. Con la circolare si fa riferimento a quanto ha sottolineato il comitato tecnico scientifico.

I tempi per la seconda dose dei vaccini a mRNA

Per quanto riguarda i vaccini Pfizer e Moderna, nella circolare del Ministero della Salute viene specificato che è raccomandabile un prolungamento della somministrazione della seconda dose di questi vaccini nella sesta settimana dalla prima dose, quindi a 42 giorni di distanza.

Viene specificato che è indicato, in uno scenario in cui è fondamentale proteggere un numero alto di soggetti dalla malattia, coprire dal rischio di insorgenza di forme gravi di Covid il maggior numero possibile di persone.

Tutto questo considerando anche che già la prima dose del vaccino riesce a fornire una protezione efficace dallo sviluppo di una malattia grave in una percentuale di casi superiore all’80%.

Cosa è stato detto sulla seconda dose di AstraZeneca

Per quanto riguarda la seconda dose del vaccino AstraZeneca, il comitato tecnico scientifico ritiene che coloro che hanno effettuato la prima somministrazione del vaccino senza l’insorgenza di problemi non hanno controindicazioni per la seconda somministrazione dello stesso tipo di vaccino.

Viene comunque specificato che la posizione in questione potrebbe essere rivista se dovessero emergere delle differenti evidenze nel corso delle prossime settimane, tenendo in considerazione le analisi che provengono dal Regno Unito e nello specifico dallo studio del profilo di sicurezza di questo vaccino nelle persone che hanno ricevuto anche la seconda dose.