Il nuovo coronavirus deve essere considerato dal mondo come il nemico numero uno. È questa la dichiarazione del direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus. L’esponente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha fatto delle dichiarazioni molto specifiche sul nuovo virus che si è diffuso in molti Paesi del mondo in queste ultime settimane. Secondo il direttore dell’OMS, il mondo “si deve svegliare”, per tenere conto di questa minaccia, la quale dovrebbe essere considerata il nemico numero uno.

Le dichiarazioni del presidente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

Secondo il direttore dell’OMS, il nuovo coronavirus deve essere affrontato con molta attenzione, perché un virus è capace di determinare l’insorgenza di numerosi sconvolgimenti di tipo economico, politico e sociale, più, secondo l’OMS, di un attacco terroristico.

Secondo Ghebreyesus, è davvero essenziale il tempismo. Questa finestra di opportunità che il pianeta ha per fronteggiare il nuovo coronavirus deve essere sfruttata, secondo il direttore dell’OMS, per fare tutto il possibile per fermare la diffusione del virus.

L’obiettivo dovrebbe essere quello di effettuare tutte le azioni necessarie con urgenza, perché, come ha sottolineato Ghebreyesus, “il fattore tempo è fondamentale”.

Ci vuole del tempo per sviluppare i vaccini e le cure

Il direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha spiegato che servirà del tempo per lo sviluppo di cure e di un vaccino. Intanto, però, secondo Ghebreyesus, non siamo senza difese.

Infatti il direttore generale dell’OMS ha spiegato che esistono diversi interventi relativi alla sanità pubblica che attualmente riescono ad impedire la diffusione dell’infezione. Nello specifico bisogna ricordare anche che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha chiesto 675 milioni di dollari come investimento per una lotta mirata al nuovo coronavirus.