Pfizer ha annunciato e presentato quello che potrebbe presto diventare un vero e proprio farmaco contro il Covid 19. La famosa azienda farmaceutica degli Stati Uniti ha comunicato in questo modo i risultati della seconda fase del suo studio sul farmaco antivirale, che, assunto per via orale, potrebbe contrastare il coronavirus. Presto i dati dello studio saranno inviati alla FDA, in modo che questo farmaco possa cominciare ad essere utilizzato come risoluzione all’emergenza negli Stati Uniti.

Che cos’è la pillola antivirale di Pfizer

Pfizer quindi starebbe concentrando tutti i suoi sforzi a sviluppare una pillola antivirale il cui nome sarebbe Paxlovid. Un vero e proprio farmaco ad assunzione orale contro l’infezione da Covid 19, che ridurrebbe il rischio di ospedalizzazione e di decessi dell’89%, come hanno spiegato gli stessi responsabili dell’azienda farmaceutica con una nota sull’argomento.

La condizione essenziale per ridurre dell’89% il rischio di ospedalizzazione e di morte è che la pillola venga assunta entro tre giorni dall’insorgenza dei sintomi. Il farmaco di Pfizer ha dimostrato in laboratorio di avere un’attività forte antivirale contro le varianti circolanti di Covid 19.

Quali sono le prospettive per il futuro sulla pillola antivirale

Bisogna vedere se i risultati che si sono riscontrati su uno studio che ha coinvolto più di 1.200 pazienti confermeranno il tutto nella prossima fase dell’analisi. Pfizer ha promesso che, se il farmaco avrà successo, durante la pandemia sarà venduto ad un prezzo più basso per garantire la possibilità di accesso a questo farmaco in tutto il mondo. Il prezzo sarà deciso in base al reddito di ciascun Paese.