Semi di Chia: proprietà, valori nutrizionali e benefici

semi di Chia proprietà

I semi di Chia hanno delle proprietà davvero molto importanti, oltre ad essere considerati a tutti gli effetti un vero super food, perché abbondano anche di sostanze nutrizionali fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo. A proposito dei semi di Chia, possiamo dire che vanno bene anche per chi soffre di celiachia, perché questi semi non contengono glutine.

Inoltre sono molto buoni da inserire in una dieta ipocalorica, perché tendono a saziare piuttosto velocemente. Consumandoli con regolarità, si può acquisire molta energia. Tra l’altro non per forza si devono mangiare da soli, ma possono essere inseriti come ingredienti in tantissime preparazioni.

Con i semini di Chia si possono mettere a punto tante ricette, come insalate, dolci e verdure. Sono ottimi anche per preparare secondi piatti.

Semi di Chia: valori nutrizionali

Cosa sono i semi di Chia? Scopriamo di più sui semi di Chia e le proprietà che hanno. Infatti possiamo dire in primo luogo che questi piccoli semi forniscono al nostro organismo tantissimi antiossidanti, fra i quali si devono ricordare la quercetina, la miricetina e l’acido clorogenico e quello caffeico.

Sono inoltre capaci di apportare grandi quantità di vitamine del gruppo B, vitamina C e provitamina A. I semi di Chia sono ricchissimi di acidi grassi, omega 3, omega 6 e omega 9. Costituiscono una fonte inesauribile di sali minerali, come fosforo, manganese, selenio, magnesio, calcio. Anche il ferro e lo zinco sono ben rappresentati in questi piccoli semi.

I semi di Chia hanno moltissime fibre e contengono circa 17 grammi di proteine su 100 grammi.

Semi di Chia: benefici

Quali sono tutti i benefici dei semi di Chia? Dopo aver parlato delle loro proprietà, andiamo a vedere quali vantaggi possiamo ricavare in termini di salute dalle sostanze nutritive che essi apportano. I semi di Chia infatti, come abbiamo già specificato, contengono molte sostanze antiossidanti.

Esse sono importanti perché hanno un’azione di contrasto nei confronti dei radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento cellulare. Per esempio troviamo fra gli antiossidanti presenti la quercetina, che è tra i più conosciuti ed è presente anche in altri cibi, come le cipolle, il mirtillo e il sedano. La quercetina è famosa anche per esercitare un effetto di prevenzione contro le malattie degenerative, riduce il colesterolo, l’ipertensione e fa funzionare meglio il sistema circolatorio. Inoltre è capace di alleviare il mal di testa e la nausea.

Altri flavonoidi antiossidanti contenuti sempre nei semi di Chia hanno la capacità di esercitare un’azione antinfiammatoria e di tenere sotto controllo la glicemia nel sangue. È il caso per esempio degli acidi fenolici. Questi agiscono anche come antidepressivi e contribuiscono alla riduzione del dolore.

Le proprietà importanti degli omega 3

Come abbiamo già anticipato, i semi di Chia sono ricchi anche di omega 3, delle sostanze note soprattutto per esercitare molte proprietà benefiche nei confronti del cuore e del cervello. Gli omega 3 possono ridurre le infiammazioni, favoriscono l’elasticità dei capillari e migliorano la circolazione venosa.

Sono molto utili anche per ridurre il livello di colesterolo, per regolare la pressione arteriosa e per prevenire l’aterosclerosi. Quindi inserire una manciata di semi di Chia nella nostra alimentazione quotidiana significa anche ridurre le probabilità di incorrere in eventi che possono essere fatali, come infarto e ictus.

Gli acidi grassi dei semi di Chia sono importanti anche per le funzioni cognitive. Infatti rafforzano la memoria e garantiscono un umore stabile, agendo contro l’ansia.

Favoriscono la digestione

Molto importanti sono questi semi di cui stiamo parlando anche per aiutare la digestione e per contribuire a pulire l’intestino. I semi di Chia difatti tendono ad assorbire l’acqua e in questo modo producono una sostanza che funziona come una barriera protettiva per l’intestino.

Nei dettagli questa barriera fa in modo che venga ritardata la trasformazione dei carboidrati in zuccheri. Inoltre la sostanza gelatinosa che questi semi producono attraverso l’assorbimento dell’acqua è in grado di proteggere i tessuti dell’intestino da eventuali attacchi batterici.

Riesce a raccogliere tutte le tossine e ad espellerle, portando dei vantaggi anche a chi soffre di colon irritabile e di stipsi.

La capacità idrofila e idratante

Notevoli sono anche le capacità idrofile e idratanti dei semi di Chia. Sono capaci di trattenere l’acqua fino a dieci volte il loro peso. Il loro vantaggio deriva dal fatto che rilasciano l’acqua molto lentamente e quindi possono rappresentare una buona fonte di idratazione prolungata per l’organismo.

I semi di Chia in gravidanza

Il consumo dei semi di Chia è ottimo anche per chi è in gravidanza e per il periodo di allattamento. Infatti questo cibo contiene una grande quantità di acido folico, che ha azioni fondamentali proprio durante la gestazione.

L’acido folico favorisce il corretto sviluppo del sistema nervoso del bambino, dà la possibilità di incrementare la capacità di assorbimento del ferro e agisce come enzima in moltissime reazioni cellulari.

Semi di Chia: uso e come consumarli

Non necessariamente questi semi devono essere consumati cotti, infatti si possono mangiare anche crudi. Consumandoli crudi si beneficia ancora di più delle loro proprietà. Possiamo consumarli anche uniti a sostanze liquide, perché hanno una grande capacità addensante che li porta a formare una gelatina molto utilizzata nell’ambito della preparazione di vari tipi di ricette.

I semi di Chia possono essere comprati macinati e possono essere aggiunti alle farine, per poi ricavarne dolci, torte e pane.

Non per forza devono essere tenuti in frigorifero. Infatti questi semini resistono alla conservazione anche all’aria. Tutto questo è possibile perché contengono molti antiossidanti, che danno la possibilità di durare nel tempo senza deteriorarsi nel sapore e nei loro valori nutritivi.