Uno studio americano ha portato alla scoperta di una particolare proteina. Sono stati i ricercatori dell’Università del Texas che hanno dato notizia di una scoperta molto importante, i cui risultati sono stati pubblicati su Nature Neuroscience. La proteina in questione sarebbe in grado di proteggere le sinapsi, che sono quelle strutture cerebrali che permettono agli impulsi elettrici di propagarsi all’interno del cervello.

Perché è importante la scoperta di questa proteina

Secondo gli studiosi, la scoperta della proteina che protegge le sinapsi cerebrali potrebbe avere un risultato importante nella cura di alcune malattie che interessano le strutture cerebrali. Fra queste patologie hanno fatto per esempio riferimento al morbo di Alzheimer e alla schizofrenia.

Per ora gli effetti benefici e protettivi della proteina in questione sono stati riscontrati soltanto nelle cavie da laboratorio. Tuttavia, se ulteriori ricerche confermeranno gli stessi effetti anche nel cervello umano, si potrebbe arrivare alla messa a punto di nuove proteine che avrebbero un’importanza fondamentale nella cura di alcune malattie.

Infatti nell’Alzheimer la perdita di sinapsi porta soprattutto alla perdita di memoria. Nella schizofrenia molti problemi sono causati proprio dalla perdita di sinapsi che avviene durante lo sviluppo.

Come la proteina scoperta protegge le sinapsi

I ricercatori hanno scoperto che alcune proteine hanno la capacità di inibire la funzione, secondo la quale le cellule immunitarie distruggono le sinapsi in eccesso. In alcune malattie neurologiche il cervello produce dei meccanismi che causano un’eccessiva perdita delle sinapsi.

Adesso la scienza potrebbe avere tutte le carte in regola per riuscire a ricostruire che cosa avviene nel nostro cervello e per riuscire a proteggere i collegamenti fra i neuroni.