Poiché i cani hanno un olfatto estremamente sensibile, i ricercatori sono sempre più interessati a scoprire se sono in grado di rilevare la presenza di una malattia grave come il tumore. Un nuovo studio che ha coinvolto dei Beagle ha scoperto che hanno un fiuto che rileva i tumori del polmone con estrema precisione.

La precisione del fiuto canino dei Beagle

I Beagle non sono solo cani amichevoli ed estremamente coccolosi, ma possono anche rilevare con precisione il cancro. I metodi più comuni di diagnosi del cancro del polmone – tramite TC e PET – possono essere molto costosi e talvolta inaccurati o inaffidabili.

Perché proprio i Beagle

Il Prof. Quinn (coordinatore dello studio) e colleghi hanno scelto i beagle perché sono catalogati come segugi del profumo. Vengono infatti allevati per cacciare piccoli animali selvatici durante una caccia.

Il Beagle è un cane di medie dimensioni che possiede 225 milioni di recettori olfattivi (contrariamente agli umani che ne hanno 5 milioni).

Inizialmente i ricercatori hanno addestrato quattro Beagles per 8 settimane, anche se uno mostrava scarso interesse nel compito assegnato, quindi non ha poi preso parte allo studio.

Dopo il periodo di addestramento, il team ha invitato i tre Beagles a distinguere correttamente tra i campioni di sangue raccolti da individui con carcinoma polmonare non a piccole cellule e una serie di campioni di sangue ottenuti da individui sani.

I cani hanno operato con successo la distinzione tra i due tipi di campioni, identificando la presenza di cancro con specificità del 97,5% e sensibilità del 96,7%.

Un futuro innovativo per l’individuazione del tumore

In futuro il gruppo di ricerca è interessato a separare i campioni raccolti dai pazienti oncologici con specifici biomarcatori, in modo che possano addestrare i cani a identificare i segni separati associati alla presenza di cancro.

In questo momento, sembra che i cani abbiano una migliore capacità naturale di schermare il cancro rispetto alla tecnologia più avanzata. Una volta scoperto ciò che sanno e in che modo, si potrà recuperare tutto.

In definitiva, gli scienziati sperano di sviluppare un test di screening da banco economico che consenta alle persone di auto-rilevare la presenza del cancro semplicemente inspirando.