Gli scienziati britannici hanno annunciato una vera e propria svolta nella ricerca di una possibile cura contro il coronavirus. Gli esperti infatti hanno definito questa novità come molto interessante. Il riferimento è al farmaco desametasone, un medicinale che ha le caratteristiche di un antinfiammatorio steroideo e che risulterebbe utile, almeno secondo le ultime informazioni analizzate, nel ridurre la mortalità da Covid 19.

L’OMS ha parlato di una grande notizia

Tedros Adhanom Ghebreyesus, esponente principale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha spiegato che si tratta di una “grande notizia” e si è congratulato con l’Università di Oxford, con il governo del Regno Unito e con gli ospedali che hanno portato a comprendere l’efficacia di questo farmaco nel contrasto del coronavirus, con quella che è stata definita dall’OMS una “svolta scientifica salvavita”.

A far notare l’efficacia di questo medicinale è stato anche Peter Horby, che si occupa della piattaforma Recovery, la sperimentazione più estesa del mondo sulle possibili terapie per il Covid 19. Horby ha spiegato che si potrebbe trattare davvero di una svolta, perché il desametasone è l’unico medicinale che attualmente avrebbe ridotto il numero di vittime sensibilmente.

La sperimentazione è stata effettuata su 2.000 pazienti

La sperimentazione del farmaco è stata effettuata su 2.000 pazienti, tenendo conto anche di un insieme di altri 4.000 pazienti che non hanno assunto il medicinale. In particolare è stato visto che l’antinfiammatorio in questione avrebbe permesso di salvare la vita di quasi un terzo delle persone con coronavirus che si trovavano sotto il ventilatore polmonare. Si è passati ad una riduzione dal 40% al 28%.

Inoltre sarebbe stata salvata la vita ad un quinto dei casi di pazienti che si trovavano sotto ossigenazione di tipo non invasivo.

Il farmaco in questione tra l’altro è molto economico, dato che nel Regno Unito ha un costo di 5 sterline e questo comporterebbe un costo per ogni paziente di 35 sterline, che corrispondono più o meno a 39 euro. Il farmaco in questione è inoltre disponibile sul commercio in molti Stati.

Secondo gli esperti, una somministrazione del desametasone fin dall’inizio dell’epidemia nel Regno Unito avrebbe potuto portare a salvare la vita di un numero di persone compreso tra 4.000 e 5.000.