Il Comitato Tecnico Scientifico si è espresso sul vaccino AstraZeneca, dopo le ultime polemiche che si sono verificate di nuovo intorno alla campagna di vaccinazione con questo prodotto. Sono molto interessanti le novità di cui hanno parlato anche il ministro della Salute Roberto Speranza e il commissario Francesco Figliuolo, anche per quanto riguarda l’andamento della campagna vaccinale nel nostro Paese.

Vaccino AstraZeneca soltanto per gli over 60

La direzione e le intenzioni del Comitato Tecnico Scientifico sono apparse chiare fin dal principio: il vaccino AstraZeneca, secondo le dichiarazioni, sarà raccomandato fortemente soltanto per gli over 60. Chi ha meno di 60 anni e si è già sottoposto ad una dose di vaccino con AstraZeneca avrà la possibilità di fare la seconda dose con Pfizer o Moderna.

Il parere è arrivato dopo le recenti polemiche che si sono verificate dopo la morte della 18enne Camilla Canepa, venuta a mancare alcuni giorni dopo la somministrazione della prima dose del vaccino AstraZeneca.

L’andamento della campagna vaccinale in Italia

Il ministro della Salute Speranza ha tenuto una conferenza stampa, alla quale hanno partecipato anche il commissario Francesco Figliuolo, Franco Locatelli, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, e Silvio Brusaferro, in qualità di portavoce del CTS.

Gli esperti hanno spiegato che ormai quasi un italiano su due ha ricevuto la prima dose di vaccino, ma secondo il ministro Speranza è arrivato il momento di andare ancora più veloci.

Locatelli ha fatto presente che, grazie ai vaccini, si sono riscontrati dei miglioramenti. Infatti ha spiegato che attualmente ci sono 600 posti occupati in terapia intensiva, rispetto al mese di aprile, quando i posti occupati erano 6 volte in più.