Anche se i risultati sul vaccino contro il coronavirus sembrano promettere bene, gli esperti avvertono che non bisogna avere troppa fretta. Sono gli esperti italiani in particolare a concordare su questa direzione, dichiarandosi contrari al fatto che la FDA vorrebbe tagliare i tempi per arrivare al vaccino, saltando la fase 3 della sperimentazione.

La FDA non vorrebbe aspettare la fase 3 del vaccino contro il coronavirus

Al momento è soltanto un’ipotesi, ma la società di controllo sui farmaci americana avrebbe dichiarato che sarebbe intenzionata a portare avanti un iter più veloce per la realizzazione del prodotto.

In particolare la FDA non vorrebbe aspettare la fase 3, proprio quella che comporterebbe un riscontro dei dati su larga scala. Vorrebbe valutare soltanto i benefici e il fatto che essi possano superare i rischi.

Tuttavia gli esperti italiani non sono d’accordo, perché pensano che più che altro si tratterebbe non di un intento scientifico, ma le dichiarazioni sarebbero mosse da una posizione più politica in vista delle elezioni negli Stati Uniti.

Il rischio è quello di un vaccino poco efficace

La Commissione Europea ha preso posizione, spiegando che vuole evitare in tutti i modi la produzione di un vaccino contro il coronavirus poco efficace. Infatti l’Europa prevede che gli Stati membri facciano dei controlli molto rigidi sulla sicurezza dei vaccini in generale, per garantire i diritti dei cittadini.

Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Speranza, a proposito della decisione della FDA ha detto che si tratta di una decisione sbagliata e pericolosa.