Vedere con la lingua, oggi è possibile: si chiama Brainport V100

Scienza e salute: arriva il nuovo dispositivo che consentirà alle persone non vedenti di vedere con la lingua tutto ciò che le circonda.

Il Brainport V100 è entrato nella comunità europea da circa due anni, ma finalmente è stato approvato dalla U.S. Food and Drug Administration che ne consente la vendita negli Stati Uniti. Di che cosa stiamo parlando? Di un dispositivo che potrebbe consentire alla persone non vedenti di vedere con la lingua qualsiasi cosa.

L’apparecchio è dotato di occhiali scuri con microtelecamera, controller per poter ingrandire le immagini, batteria della durata di tre ore e placca da sistemare in bocca in grado di distribuire gli stimoli elettrici alla nostra lingua. In questo modo si avrà la possibilità di ricevere in tempo reale le immagini di ciò che stiamo mangiando o di ciò che si trova intorno a noi.

Tuttavia, il dispositivo non è facile da utilizzare e serve un po’ di pratica perché il nostro cervello apprenda in maniera corretta i nuovi stimoli. Pare che siano necessarie almeno dieci ore di sessioni per decodificare il tutto in maniera corretta; tuttavia, sarà finalmente possibile stabilire la posizione, la forma e gli oggetti che si trovano nell’ambiente che ci circonda.