Quante sono le calorie di un uovo? Si tratta di un alimento davvero nutriente e che risulta a tutti gli effetti completo. Se vuoi sapere quante sono le calorie delle uova, ti consigliamo di continuare a leggere questo articolo, nel quale ti descriveremo le proprietà nutritive di questo alimento e ti parleremo anche del profilo nutrizionale delle uova.

Se sei interessato a scoprirne di più su questo argomento, devi sapere innanzitutto che le uova, come ti abbiamo già indicato, rappresentano un alimento completo. Sono tra i prodotti alimentari più utilizzati in tutto il pianeta e rientrano fra quegli alimenti più comunemente consumati.

Non sono in molti, però, coloro che fanno attenzione alle calorie di un uovo o alle sue proprietà dal punto di vista nutrizionale. Andiamo ad analizzare quindi nel dettaglio quante kcal ha un uovo e quali sono le sue proprietà.

Quante calorie ha un uovo

Nel nostro Paese, parlando di uova, si fa spesso riferimento, anche da un punto di vista strettamente normativo, a quelle di gallina che vengono prodotte in un allevamento. Tutto questo naturalmente se non ci sono delle indicazioni diverse che fanno pensare ad altre tipologie di uova.

Uova e calorie: qual è quindi il rapporto tra questi due fattori? Intanto iniziamo con il definire il peso medio di un uovo, che corrisponde più o meno a 60 grammi, comprendendo in questo peso tutte le sue parti, dal guscio all’albume (quest’ultimo corrisponde ad un peso tra 35 e 40 grammi), passando per il tuorlo (con un peso tra i 14 e i 18 grammi).

Quante calorie ha un uovo, quindi? Si può parlare nello specifico di circa 130 calorie ogni 100 grammi (è questo il rapporto uovo-calorie per 100 grammi), quindi per quanto riguarda le calorie di 1 uovo si tratta di circa 85 calorie. È semplice quindi calcolare anche quante calorie hanno due uova.

I valori nutrizionali dell’uovo

Per quanto riguarda i valori nutrizionali, possiamo citare 13 grammi di proteine, 9 grammi di grassi e 0,7 grammi di carboidrati. Andando più nello specifico, per quanto riguarda i grassi, 3 grammi sono rappresentati dai saturi.

I grassi comunque in generale nell’uovo sono presenti nella parte più consistente, quella del tuorlo e sono rappresentati da grassi saturi e da colesterolo, anche se è presente pure la lecitina. Nell’albume invece non ci sono grassi, visto che è costituito quasi completamente da acqua e poi contiene vitamine, sali minerali e proteine di vario tipo.

In riferimento alle proteine, è da dire che un uovo ne contiene più o meno 7 grammi. Il valore in questione non viene modificato dal processo di cottura, quindi possiamo dire che anche un uovo sodo contiene circa 7 grammi di proteine.

Andando avanti ad analizzare gli altri valori del profilo nutrizionale dell’uovo, possiamo trovare in buona quantità anche diversi sali minerali, come il magnesio, il ferro, il calcio e il sodio.

Le proprietà benefiche dell’uovo

Dopo aver visto un uovo quante calorie ha, andiamo ad analizzare alcune delle proprietà benefiche delle uova, che rappresentano un prodotto alimentare sicuramente adatto a tutti, per diversi motivi.

Le uova hanno proteine di grande qualità, che permettono di rinforzare le ossa e aiutano anche a rinforzare la massa magra. Costituiscono un valido aiuto per quanto riguarda la prevenzione di alcune patologie che potrebbero insorgere con il passare dell’età.

Le uova fanno ingrassare? Diversi studi scientifici hanno dimostrato che le uova consentono di ottenere un buon senso di sazietà. Quindi avrebbero un’azione fondamentale anche se inseriti all’interno della dieta quotidiana per perdere peso.

Questi alimenti hanno luteina e contengono anche zeaxantina, che permettono di agire in modo preciso nei confronti della prevenzione di alcune malattie che possono essere associate in molti casi all’invecchiamento.

Come cucinare le uova

Ricordiamoci però che è fondamentale scegliere un adeguato metodo di cottura delle uova. Ad esempio è importante sapere che il tuorlo non va cotto eccessivamente, perché contiene acidi grassi che sono sensibili alle temperature, e allo stesso tempo l’albume va invece cotto alla perfezione, per impedire ad una proteina che si trova nelle uova di ridurre l’assorbimento di determinate vitamine importanti per l’organismo.

Stiamo parlando in particolare dell’avidina. Questa sostanza che è contenuta nell’albume impedisce l’assorbimento della biotina e può essere disattivata esclusivamente con un processo di cottura adeguato. In più è da ricordare che spesso l’albume è quella parte che può essere maggiormente soggetta a delle specifiche contaminazioni da parte di batteri. Per questo è fondamentale che sia cotto adeguatamente.

Relativamente al tuorlo, possiamo dire che, se non è troppo cotto, risulta anche più digeribile, perché proprio le proteine contenute in questa parte dell’uovo sono più digeribili se sottoposti ad una cottura non eccessiva.

Tenere conto delle calorie dell’uovo e in particolare delle calorie dell’uovo di gallina significa anche considerare questi aspetti, che risultano fondamentali nella fase di cottura di questi prodotti.

Naturalmente è bene prestare molta attenzione alle frittate e ai metodi di cottura che prevedono ad esempio la messa a punto di uova strapazzate. In questo caso, visto che le uova vengono sottoposte a temperature elevate e ad un tempo di cottura alto, possono perdersi alcune delle proprietà nutrizionali importanti di questi alimenti.

Quante uova mangiare durante la settimana

Per quanto riguarda la quantità di uova che è possibile mangiare durante la settimana, è possibile anche consumare quattro uova nel corso della settimana. Ma ricordiamoci sempre che è opportuno variare la tipologia di cibi che assumiamo quotidianamente, perché solo in questo modo eviteremo possibili danni per la nostra salute.

Chi non soffre di particolari patologie, infatti, non ha motivi per diminuire in modo drastico il numero di uova da consumare nel corso della settimana. Naturalmente ricordiamo anche che scegliere un piatto di pasta all’uovo potrebbe essere un modo per variare. In questo caso si può considerare una porzione di circa 100 grammi come un vero e proprio sostituto rispetto al consumo di un uovo.

Teniamo in considerazione tutti questi elementi quando scegliamo le uova da portare a tavola, ricordando che la scelta parte anche dalla lettura attenta dell’etichetta delle confezioni. Le uova di categoria A, ad esempio, sono quelle fresche che vengono destinate al consumo da parte dell’uomo. Mentre quelle di categoria B sono spesso uova conservate in frigorifero.