Il numero dei morti in Cina per il coronavirus ha superato quello che si era registrato per la Sars in tutto il mondo. In Cina ci sono stati 803 morti per l’epidemia di coronavirus. Nel frattempo arrivano altre notizie che possono destare preoccupazione, anche per ciò che riguarda l’Italia. Infatti si è appreso che due bambini che si trovavano in isolamento presso la Cecchignola sono stati trasferiti all’Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani.

Il caso dei due bambini trasferiti allo Spallanzani

I due bambini trasferiti allo Spallanzani di Roma hanno 4 e 8 anni. Si trovano tra quegli italiani che sono stati messi in quarantena dopo il loro ritorno da Wuhan. Si tratta soltanto comunque di un ricovero che, secondo gli esperti, è stato considerato in via precauzionale.

I bambini hanno soltanto una febbre leggera e sono arrivati a Roma accompagnati dal padre. Già uno dei due piccoli è stato sottoposto al tampone e il test ha dato esito negativo.

Si attendono ancora i risultati degli esami effettuati sul secondo bambino, ma presto gli esperti hanno chiarito che si avranno a disposizione i risultati definitivi.

Come sta la donna trasferita allo Spallanzani

È risultato negativo il test che è stato effettuato sulla donna trasferita dalla Cecchignola allo Spallanzani, la paziente che aveva riportato un problema agli occhi. Lo stesso Ministero della Salute è intervenuto sul caso, spiegando che si tratta soltanto di congiuntivite.

In Italia quindi almeno per il momento risultano soltanto tre casi accertati di infezione da coronavirus. Si tratta della coppia di turisti cinesi e di un altro uomo di 29 anni in isolamento alla Cecchignola.