Lo zenzero fa dimagrire? Questa radice utilizzata per molte preparazioni in cucina è possibile che si trovi in commercio in molti modi, anche in polvere. Infatti per utilizzare lo zenzero non si deve per forza comprare la radice fresca. Intorno a questo prodotto è sorta una convinzione da molti portata avanti, che vuole che lo zenzero faccia dimagrire. Ma è vero? Lo zenzero fa dimagrire la pancia? E, inoltre, se questo non è soltanto un luogo comune, perché lo zenzero fa dimagrire? Vediamo di saperne di più.

Le sostanze contenute nello zenzero

Partiamo dal presupposto che lo zenzero si può usare in vari modi. Per esempio se ti chiedi come usare lo zenzero, puoi preparare anche una tisana allo zenzero per dimagrire, almeno così vuole la tradizione che è stata costruita intorno a questo alimento.

Ma come mangiare lo zenzero? Oltre a poter fare una tisana dimagrante allo zenzero, potresti utilizzarlo per condire vari cibi grattugiando la radice oppure comprando lo zenzero in polvere. In ogni caso, qualunque sia la forma utilizzata, puoi beneficiare delle importanti sostanze contenute in questo prodotto, fra le quali in primo luogo dobbiamo nominare il gingerolo.

Quest’ultimo conferisce allo zenzero un particolare retrogusto piccante ed è il responsabile anche dell’effetto termogenico che velocizza il metabolismo.

Ecco perché per esempio si dice che the verde e zenzero fanno dimagrire. Inoltre lo zenzero contiene molte altre sostanze benefiche per l’organismo. Per esempio è ricco di fibre, che velocizzano anche il transito intestinale, contiene in abbondanza vitamine, come la vitamina C, le vitamine del gruppo B e la vitamina E.

Molte di queste sostanze fungono anche da antiossidanti, aiutando l’organismo a combattere gli effetti dannosi dei radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento precoce. Da non dimenticare tutti i sali minerali contenuti nello zenzero, come il ferro, il magnesio, il calcio, lo zinco, il potassio e il selenio.

Quanto zenzero consumare

Cerchiamo sempre di rispondere alla nostra domanda iniziale: lo zenzero fa dimagrire? Quindi cerchiamo anche di stabilire quanto zenzero consumare durante l’arco della giornata.

Considerando lo zenzero fresco o quello in salamoia, sarebbe consigliato anche di non superare una dose che va dai 10 ai 30 grammi.

Se invece usi lo zenzero in polvere, potresti attenerti a meno di 4 grammi come dose giornaliera da consumare. D’altronde lo zenzero ha un sapore davvero accentuato, quindi ne basta davvero poco.

È meglio davvero evitare anche gli eccessi, per gli eventuali effetti collaterali che questo prodotto potrebbe determinare, come ad esempio dei problemi gastrointestinali.

Le calorie dello zenzero

Per rispondere alla domanda se lo zenzero fa dimagrire, sarebbe importante anche considerare quante calorie possiede questo alimento. Gli esperti assicurano, da questo punto di vista, che lo zenzero contiene circa 80 calorie ogni 100 grammi di radice fresca.

Molto meglio invece per quanto riguarda la polvere, infatti la variante in polvere non avrebbe sostanzialmente alcuna caloria e basta usarne davvero un pizzico per insaporire.

Proprio per questo minimo apporto di calorie, lo zenzero può essere consumato tranquillamente per dare sapore alle tue preparazioni in cucina, senza avere paura che incida negativamente sulla dieta che segui ogni giorno in termini calorici.

Lo zenzero aiuta a sentirsi più sazi?

C’è chi usa zenzero e limone per dimagrire, sempre secondo la convinzione che lo zenzero fa dimagrire. In linea generale tieni presente che questo prodotto potrebbe essere consumato anche tra un pasto e l’altro. Come snack per esempio possono essere utilizzate anche le radici da masticare. Da questo punto di vista consigliamo soprattutto lo zenzero sotto forma di radice fresca e non quella essiccata, perché contiene molti più zuccheri.

Puoi consumare lo zenzero grattugiandolo nelle insalate, sulle verdure oppure puoi aggiungerlo ai centrifugati. Ne ricavi comunque una bevanda detox che aiuta la digestione. Infatti uno dei principali effetti di questo cibo è quello di incidere nella diminuzione dei gas intestinali. Questo si traduce in un minore gonfiore nella zona addominale.

La bevanda zenzero e limone

Vediamo come preparare una bevanda a base di acqua, zenzero e limone, che fa bene perché aiuta a depurare l’organismo. Zenzero e limone insieme sono due ingredienti che sicuramente svolgono un ruolo importante nel migliorare lo stato di salute.

Se beviamo questa tisana calda allo zenzero, possiamo tenere sotto controllo il senso della fame. Zenzero e limone insieme possono essere importanti per l’eliminazione di tossine e di grassi. Inoltre questa bevanda che ti consigliamo aiuta a rafforzare le difese immunitarie. Può essere un ottimo rimedio per alleviare i sintomi tipici del raffreddore, dell’influenza e degli altri malanni di stagione.

Inoltre la bevanda a base di zenzero e limone riesce a tenere sotto controllo gli zuccheri e il colesterolo cattivo nel sangue. Il limone è ricco di vitamina C e svolge una funzione antibatterica alleviando i sintomi delle infezioni che colpiscono l’apparato respiratorio.

Ecco come preparare questa bevanda: fai bollire in un pentolino un litro e mezzo di acqua e aggiungi 6 centimetri di radice di zenzero. Spegni il fuoco quando l’acqua comincia a bollire e lascia riposare per qualche minuto.

Appena il liquido è freddo, unisci il succo di due limoni, filtra e bevi. Naturalmente non aggiungere zucchero.

Lo zenzero fa dimagrire?

Lo zenzero fa dimagrire? È davvero difficile rispondere con sicurezza a questa domanda. Abbiamo già visto per esempio che l’effetto termogenico del gingerolo potrebbe essere un elemento che vada a favore di questa teoria.

Da qui a dire categoricamente che una bevanda allo zenzero per dimagrire sia molto utile sicuramente c’è una gran bella differenza. Certo puoi sempre provare con una tisana dimagrante allo zenzero, ma ricordati che tutta la tua dieta dovrebbe essere sana, per consentirti di dimagrire.

Inoltre, per perdere i chili di troppo, è sempre importante svolgere con regolarità l’attività fisica.