La sinusite: sintomi molto fastidiosi, fra i quali quel dolore alla testa acuto che si concentra tra la fronte e la parte superiore del viso. Tutti coloro che soffrono di sinusite presentano altresì disturbi nasali, che rappresentano infatti la causa scatenante di questo mal di testa. La particolarità di questo disturbo sta nel fatto che può essere facilmente confuso con la cefalea, o con l’irritazione del trigemino.

Il primo consiglio è quello di consultare il medico qualora dovesse presentarsi un qualunque tipo di mal di testa diverso dal solito. Soprattutto se si tratta di un fastidio persistente da una decina di giorni (e non passa con la classica cura farmacologica), meglio provare ad ottenere una diagnosi e un trattamento adeguato.

Cause della sinusite

Quand’è che la sinusite si presenta? Di norma quando si infiammano i seni nasali. Questi ultimo sono degli spazi cranici vuoti piccoli, posti all’altezza del naso, degli occhi e delle guance. Questi spazi dovrebbero rimanere sempre aperti per consentire il deflusso del muco e il passaggio dell’aria.

Nel momento in cui le vie aeree e i condotti nasali si infettano, nasce un tipo di infezione che si estende ai seni, i quali si gonfiano e infiammano. Il collegamento tra i seni e il naso quindi si intasa e questi spazi vuoti avvertono una sensazione di pressione all’interno dei seni. Ecco che nasce la sinusite.

In questa situazione di pressione si potrebbero quindi avvertire sensazioni di dolore o mal di testa sinusale.

Il paziente si sente congestionato per un po’, ma di norma, non appena passano raffreddore e influenza, i condotti sinusali si sfiammano. Tuttavia può capitare che la sinusite e il mal di testa restino anche dopo, vuol dire che i batteri hanno infettato i residui di muco presenti nel condotto.

I sintomi della sinusite

Non sempre il dolore ai seni è la causa di sinusite, ma al contrario quasi sempre il mal di testa è uno dei sintomi principali di chi ha i condotti sinusali infiammati. In linea di massima i sintomi sono:

  • dolore e pressione intorno agli occhi, nelle guance e sulla fronte,
  • dolore nell’arcata dentale superiore,
  • febbre e brividi,
  • gonfiore al viso,
  • naso pieno,
  • presenza di muco nasale giallastro o verdastro.

Anche quando ci si piega in avanti il dolore diventa molto più acuto. L’emicrania può portare anche ad altri tipi di sintomi come:

  • la congestione,
  • un senso di pressione al viso,
  • un chiaro scolo nasale acquoso.

I mal di testa sinusali sono acuti di primo mattino e tendono a diventare più tenui nel pomeriggio. Se dovessero presentarsi nausea e intensificazione del dolore a causa di luci e rumori, allora abbiamo a che fare con una emicrania e non con la sinusite.

La cura della sinusite

Il mal di testa da sinusite come abbiamo detto comporta un gonfiore e una otturazione dei seni nasali, intorno alle cavità adiacenti alle vie nasali. Di norma il dolore si avverte proprio sulla parte gonfia ed è provocato dall’aria, dal pus e dal muco che ostruiscono questo spazi vuoti e ne comprimono il contenuto. In linea di massima si può avvertire anche un dolore agli zigomi e sull’arcata dentale superiore, il che facilmente porta a confondere questi dolori con comuni mal di denti.

Ragion per cui uno dei modi migliori per lenire i sintomi è quello di portare allo sgonfiamento della parte interessata riducendo l’infiammazione dei seni e di facilitare il drenaggio del muco.

Per far ciò di solito il medico prescrive una cura a base di classici farmaci da banco. Alcuni di essi vengono considerati di fondamentale importanza, questo in quanto, gli ingredienti principali di tali prodotti sono l’aspirina, il paracetamolo. O altrimenti è possibile seguire una cura antibiotica o a base di decongestionanti.