Fra le conseguenze ci sarebbe anche lo stress cronico. In generale i social network non fanno bene alla salute mentale delle ragazze adolescenti. Almeno non farebbe bene l’uso intensivo che spesso si fa dei social media. Infatti uno studio del UCL Great Ormond Street Institute of Child Health di Londra ha messo in evidenza come connettersi di frequente ai social possa portare a molte conseguenze.

Le conseguenze sulla salute mentale

I ricercatori hanno condotto uno studio tramite il coinvolgimento in interviste di 10.000 adolescenti tra i 13 e i 16 anni. I risultati sono stati molto chiari, perché hanno dimostrato che un uso intensivo di Facebook, Instagram, Twitter e WhatsApp possa essere associato a vari sintomi che riguardano delle cattive condizioni di salute mentale.

Sono state notate diverse problematiche, come ansia, insonnia, stress cronico e mancanza di autostima. Ma le conseguenze del connettersi continuamente ai social network sarebbero anche sul piano fisico.

Infatti l’uso smodato dei social porterebbe a fare poco sport e poco esercizio fisico. Il 60% delle adolescenti ha rivelato anche delle problematiche derivanti dall’impatto psicologico connesso al cyber-bullismo.

Le differenze rispetto ai ragazzi adolescenti

Lo studio ha fatto riflettere i ricercatori e sta facendo parlare l’opinione pubblica, anche perché si è notata una differenza molto particolare tra adolescenti maschi e adolescenti femmine. In particolare, mentre il 60% delle ragazze verrebbe colpito da effetti negativi che riguardano l’uso intensivo dei social, i ragazzi sarebbero interessati soltanto in una minore percentuale, il 12%.

Fatto sta comunque che si nota una connessione molto pericolosa tra la mancanza di attività più sane e l’essere continuamente esposti agli stimoli che possono derivare dalle reti sociali. In particolare è stato notato il collegamento fra una salute mentale più a rischio e l’uso dei social a partire da tre volte al giorno.