Le occhiaie nei bambini costituiscono un motivo di preoccupazione? Spesso quando compaiono le occhiaie negli adulti si attribuiscono a varie cause, come per esempio lo stress, la stanchezza e la mancanza di sonno.

D’altronde bisogna sempre tenere presente che la pelle intorno agli occhi ha uno spessore molto sottile e quindi alcuni processi possono diventare molto evidenti.

Le occhiaie consistono proprio in un’alterazione nella colorazione della pelle sotto gli occhi o intorno agli occhi. L’alterazione può essere dovuta per esempio ad una produzione di melanina in eccesso oppure le occhiaie, anche nei bambini, si possono formare per una dilatazione dei vasi sanguigni.

Ma come mai questo fenomeno interessa anche i più piccoli? Le occhiaie nei bambini hanno delle cause differenti, che variano da situazione a situazione.

Di solito le occhiaie nerissime non dovrebbero destare molta preoccupazione, però puoi sempre consultare uno specialista o parlarne con il tuo medico di fiducia, per individuare le cause più comuni ed eventualmente i rimedi per alleviare questo problema.

Ma andiamo più a fondo e scopriamo le cause delle occhiaie nei bambini.

Occhiaie nei bambini: cause

Le occhiaie scure nei bambini hanno cause piuttosto comuni. Spesso i genitori si preoccupano, perché la comparsa di questa alterazione nella colorazione della pelle intorno agli occhi non si sa a che cosa può essere attribuita.

I piccoli a causa delle occhiaie appaiono stanchi e non si sa che cosa fare per cercare di capire a che cosa questo problema può essere ricondotto.

In genere però sono da attribuire a quella che viene chiamata in gergo tecnico insonnia infantile, ovvero il fatto che un bambino non riposa a sufficienza. Spesso l’insonnia infantile è un disturbo del sonno che interessa anche i bambini, soprattutto tra i 6 mesi e i 5 anni.

Più che altro bisognerebbe chiedersi qual è il motivo a cui ricondurre l’insonnia infantile, infatti questo disturbo spesso viene determinato dal consumo eccessivo di cibi o bevande eccitanti, come il caffè o il cioccolato, oppure per esempio può essere provocato dallo stimolo luminoso che deriva da dispositivi elettronici.

Un altro motivo della comparsa delle occhiaie nei bambini può essere costituito dalla stanchezza, specialmente quando i piccoli sono sottoposti ad un eccesso di attività durante le ore diurne.

Bisognerebbe evitare in questo caso che le attività svolte siano fonte di stress e offrire l’occasione di momenti di riposo che consentano ai piccoli di recuperare le forze.

A volte il problema delle occhiaie nei bimbi va ricondotto alla congestione nasale. In questo caso le motivazioni sono tante: può trattarsi di influenza, rinite allergica, sinusite. In questo caso spesso la colorazione alterata interessa anche il naso. Il fenomeno è provocato dalla dilatazione dei vasi sanguigni.

Si può trattare anche di congiuntivite e in questo caso le occhiaie vengono accompagnate anche da un colorito rossastro delle palpebre.

Bisogna stare comunque piuttosto attenti con le occhiaie nere nei bambini, perché un’altra causa può essere rappresentata dall’apnea ostruttiva del sonno.

Si tratta di un problema causato dall’ostruzione della respirazione durante le ore di riposo. L’apnea ostruttiva può essere ricondotta molto spesso ad un restringimento delle vie aeree.

In genere però ci sono vari indizi che fanno pensare ad un problema di questo genere. Per esempio il bambino tende a respirare attraverso la bocca, a russare e soffre di un sonno inquieto.

Altre cause del bambino con occhiaie, sempre per le quali è opportuno consultare uno specialista, sono quelle riconducibili alla cellulite orbitaria, che è un’infezione causata da alcuni batteri. In questo caso il bambino presenta difficoltà a muovere gli occhi e può avere anche la febbre.

Cosa fare contro le occhiaie nei bambini

Ti raccomandiamo sempre, in presenza di occhiaie nei bambini, di non fare allarmismi, ma di rivolgerti al tuo medico di fiducia per un consulto, in modo, dopo un’attenta diagnosi, da trovare il giusto motivo a cui il problema può essere riconducibile.

In generale la presenza di occhiaie rosse sotto gli occhi nei bambini non indica che siamo di fronte ad una grave condizione. Più che altro bisogna allarmarsi quando le occhiaie compaiono insieme ad altri sintomi.

In generale è possibile cercare di eliminare le occhiaie innanzitutto favorendo il riposo. A volte infatti, come abbiamo già specificato, le occhiaie possono essere ricondotte alla mancanza di sonno.

Per cui è bene che il piccolo dorma tranquillamente soprattutto nelle ore notturne, in modo da usufruire di un riposo ristoratore.

A volte anche semplici rimedi naturali, come la camomilla o il latte con il miele, possono favorire un ottimo sonno, che potrebbe incidere positivamente nella scomparsa delle occhiaie.

Ti consigliamo di valutare in maniera attenta il carico delle attività che il bambino svolge durante la giornata. A volte non ce ne accorgiamo, ma i piccoli possono essere sottoposti a ritmi veramente stressanti.

Quindi rivediamo le loro abitudini, concedendo dei momenti di riposo o proponendo delle attività rilassanti.

Ci sono dei trattamenti naturali con i quali si può provare a rimediare alle occhiaie. Per esempio fra i rimedi naturali contro le occhiaie nei bambini potresti provare con l’applicazione di ingredienti facili da reperire, come delle fette di cetriolo.

È un ottimo rimedio, perché il cetriolo aiuta a togliere l’infiammazione, apporta idratazione e migliora la circolazione. Puoi applicare anche sulle parti nerastre delle gocce di olio di cocco o di mandorle, sempre per agire contro i problemi di carattere infiammatorio.